Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

23
Dom, Gen
Advertisement

Autotrasporto a gas naturale ed elettrico, incentivato

Politica
Tipografia

Il Consorzio Ecogas chiede l’incentivo anche per le trasformazioni
Sono stati rifinanziati i fondi per gli investimenti a favore delle imprese di autotrasporto di merci in conto terzi.

Su 25 milioni, 7 sono destinati all’acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di mezzi a trazione alternativa a metano Cng, gas naturale liquefatto Lng ed elettrica (Full Electric).

I contributi unitari: per automezzi industriali pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 t (tonnellate) e fino a 7 t a metano Cng, 3.500 euro, che diventano 10mila per gli elettrici; per automezzi industriali pesanti a metano Cng e gas naturale liquefatto Lng di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 t, rispettivamente 8.000 e 20.000 euro.

Gli importi sono maggiorati del 10% in caso di acquisizioni effettuate da parte di piccole e medie imprese o di realtà aderenti a reti di imprese che ne facciano richiesta. I contributi riguardano interventi effettuati dal 20 ottobre 2016 al 15 aprile 2017. L’invio delle domande deve avvenire esclusivamente per via telematica dal sito www.ilportaledellautomobilista.it. Incentivati anche la rottamazione di mezzi pesanti con il contestuale acquisto di veicoli con motore Euro VI, l’acquisto di semirimorchi per trasporto combinato strada-rotaia o strada-mare e di casse mobili e veicoli per il loro trasporto. Info: numeri verdi 800896969 (misure) e 800232323 (servizi offerti dal Portale dell’Automobilista).

Un traguardo importante quello dell’incentivazione del trasporto merci a gas, ma incompleto e, secondo noi, colpevole: perché è stata esclusa la trasformazione in after market, realizzabile anche per i più heavy?

Per il Consorzio Ecogas, che riunisce gli operatori del settore GPL e metano per auto, si tratta di un atteggiamento parziale che penalizza il trasporto pesante: come per le auto, l’incentivazione deve coinvolgere sia i mezzi già predisposti dalla casa costruttrice, sia quelli convertiti successivamente con la tecnologia dual fuel, consentendo agli autotrasportatori di realizzare un risparmio, allungare la vita dei veicoli e abbattere gli inquinanti. A questo scopo il Consorzio ha presentato una proposta al ministero dei Trasporti.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS