Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

28
Sab, Gen
Advertisement

Alimentazioni alternative in Europa, come va

Mercato
Tipografia

Secondo i dati diffusi nel rapporto trimestrale di Acea - European Automobile Manufacturers Association - sul mercato delle autovetture per tipologia di alimentazione, in Europa - area UE allargata all’EFTA e al Regno Unito ed esclusa Malta, i cui dati non sono disponibili -sono in aumento le propulsioni alternative.


Nel periodo gennaio-settembre 2022, sono state circa 8,3 milioni le nuove immatricolazioni, il 9,7% in meno rispetto allo stesso periodo del 2021. Quelle di auto a benzina registrano una diminuzione del 16,9% e in calo costante anche le vendite delle autovetture diesel con un -25,6%.
Mentre nel complesso le autovetture ad alimentazione alternativa crescono del 5,0%. Nel cumulato dei tre trimestri del 2022 sono le BEV (Battery Electric Vehicle)a registrare la crescita più significativa (+25,8%), seguite dalle autovetture alimentate a GPL (+12,8%) e dalle ibride mild e full (+3,5%). Diminuiscono invece da inizio anno le PHEV, Plug in Hybrid Electric Vehicle (-11,3%) e le auto a metano (-57,7%).

Le quote di mercato
Al 20,4% le ricaricabili (di cui il 12,1% sono pure elettriche e l’8,3% PHEV) e al 23,7% le ibride tradizionali. In totale sono state immatricolate 3.649.066 vetture ibride ed elettriche, che rappresentano insieme il 44,1% del mercato.
Le auto a gas naturale scendono ad una quota ancora più marginale (0,2%, -0,2 p.p. rispetto allo stesso periodo del 2021), le altre alimentazioni (GPL, Etanolo, etc.) salgono al 2,3%. Benzina e Diesel invece, rispettivamente con 3,2 milioni e 1,3 milioni di vetture registrate, perdono 3,3 e 3,2 punti percentuali ciascuna, rispetto allo stesso periodo del 2021, e scendono al 38,3% e 15,2% del mercato europeo.

Focus Italia
Ma vediamo i dati del Bel Paese. Nei primi nove mesi del 2022, le immatricolazioni di autovetture a benzina calano del 23,3% e quelle diesel del 27,5%. Le immatricolazioni di auto ad alimentazione alternativa hanno una quota del 52,1% nel cumulato, in flessione del 4,8%. Le autovetture elettrificate hanno una quota del 42,5% e calano del 2,7%. Tra queste, le ibride non ricaricabili sono in aumento dell’1%, con una market share del 33,8%. Le immatricolazioni di autovetture ricaricabili si riducono del 14,5% e rappresentano l’8,7% di quota nel cumulato 2022.
Da inizio 2022, le auto GPL risultano in crescita del 3,3% e quelle a metano in calo del 64,7%.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS