Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

23
Ven, Ago
Advertisement

Nuovi limiti emissioni CO2 auto e furgoni al 2030

Ambiente
Tipografia

Ok definitivo dal Consiglio Ue

Il Consiglio Ue ha approvato definitivamente nuovi limiti per le emissioni di CO2 di auto e furgoni.

Il regolamento punta a garantire che, dal 2030, le auto e i furgoni nuovi generino in media, rispettivamente, emissioni di CO2 inferiori del 37,5% e del 31% rispetto ai livelli del 2021. 

Fissato anche uno step intermedio: tra il 2025 e il 2029 autovetture e furgoni dovranno generare emissioni di CO2 inferiori del 15%. Gli obiettivi riguarderanno l’intero parco veicoli dell’Ue e lo sforzo di riduzione della CO2 verrà distribuito tra i produttori sulla base della massa media della propria flotta di veicoli.

 

L'ENTRATA IN VIGORE

Il Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio che definisce i livelli di prestazione in materia di emissioni di CO2 delle autovetture nuove e dei veicoli commerciali leggeri nuovi e che abroga i regolamenti (CE) n. 443/2009 e (UE) n. 510/2011 (rifusione) entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea avvenuta il 25 aprile e si applica a decorrere dal 1° gennaio 2020

 

UN ITER COMPLESSO

La Commissione aveva presentato la proposta di un nuovo regolamento nel novembre 2017 nel quadro del terzo pacchetto sulla mobilità pulita. Il Parlamento europeo ha concluso l’iter il 17 dicembre 2019 con un accordo provvisorio, confermato il 16 gennaio 2019 dagli ambasciatori degli Stati membri presso l’UE. Con l’adozione del Consiglio si conclude l’ultima fase legislativa. 

 

UN TRAGUARDO AMBIZIOSO

Con questo regolamento ci si propone di contribuire alla realizzazione degli obiettivi dell’accordo di Parigi e raggiungere la riduzione del 30% entro il 2030 rispetto al 2005 nel settore non coperto dal sistema di scambio di quote di emissione (ETS), stabilito dalla Commissione europea. 

 

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE SERGIO COSTA

Oggi – ha dichiarato – è una giornata importante nel percorso intrapreso con convinzione dal nostro Paese e dall’Europa di lotta ai cambiamenti climatici: l’Unione ha detto sì alle norme sulle emissioni di biossido di carbonio per auto e veicoli commerciali leggeri Siamo soddisfatti del contributo dato dall’Italia, che si è impegnata fortemente affinché venissero messi nero su bianco obiettivi più ambiziosi.

 

LE EMISSIONI MEDIE OGGI

Le emissioni di CO2 delle nuove auto vendute nell’UE sono aumentate di 0,4 g/km nel 2017 arrivando a 118,5 g/km dai 118,1 del 2016 (fonte Anfia). Anche solo raggiungere gli obiettivi di CO2 del 2021, pari a 95 g/km per le emissioni medie delle autovetture nuove e di 147 g/km per quelle dei veicoli commerciali leggeri nuovi – per non parlare degli obiettivi estremamente stringenti del 2025 e del 2030 – richiederà un impegno molto consistente e un impiego di grandi proporzioni di autoveicoli alimentati alternativamente

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS