Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

29
Mer, Gen
Advertisement

Il bio GPL c’è!

Tecnica
Tipografia

Accanto al biometano, carburante rinnovabile ottenuto dagli scarti di lavorazione dell’agricoltura e dai rifiuti, c’è e ci sarà anche il bio GPL. Un combustibile, quest’ultimo, molto meno conosciuto che ha un suo spazio nel Nord Europa e negli Stati Uniti, ma anche in Italia.

 

 

Attualmente il bio GPL si ottiene come sottoprodotto dei processi di hydrotreatment di bio-oli (HVO) per la produzione di biodiesel.

LA PRODUZIONE GLOBALE DI BIO GPL
Secondo un rapporto stilato da Wlpga (World Liquefied Petroleum Gas Association)nel 2018 è stata di circa 200 kilotonnellate/ anno (200mila t), poco meno dello 0,1% di tutta la produzione di GPL.
Circa la metà è marchiato come tale per la vendita, l’altra metà viene consumata come gas combustibile o GPL. Quasi tutta la produzione attuale è biopropano, prodotto, come già accennato, come sottoprodotto di bio-oli per produrre biodiesel.

SI PRODUCE ANCHE IN ITALIA
In Italia non se ne parla un granchè. Invece, stando ai dati di Assogasliquidi – l’associazione che in Federchimica rappresenta le aziende che distribuiscono GPL (gas di petrolio liquefatto) e GNL (gas naturale iquefatto) in tutti i diversi utilizzi, nonché le aziende titolari delle infrastrutture di approvvigionamento e le imprese che forniscono apparecchiature, impianti e servizi di trasporto del prodotto – se ne produce già un certo quantitativo.

LA PRODUZIONE NAZIONALE STIMATA TRA LE 80 E LE 100MILA T
Nel dettaglio, si sostiene che i moderni processi di bioraffinazione volti a produrre biocarburanti avanzati – vedi bioraffineria Eni di Venezia e di Gela – consentono di poter contare su quantità di bio GPL (Green GPL) destinate ad aumentare nel tempo, in linea con gli obiettivi di sviluppo generale dei biocarburanti: ad oggi la produzione nazionale di bioGPL – e la relativa immissione in consumo che già avviene nell’attuale rete di distribuzione – è stimabile tra le 80.000 e le 100.000 tonnellate.

IL BIO GPL È UN BIOCARBURANTE AVANZATO
Una conferma arriva anche dal GSE: secondo quanto riportato da Staffetta Quotidiana, Ornella Bonanni, responsabile gestione biometano e biocarburanti del Gse, ha annunciato che sono 19 le richieste di qualifica per il sistema di incentivazione del biometano avanzato ricevute dal Gse (rif. Decreto 2 marzo 2018, v. Ecomobile n. 137), di cui sei per impianti già in esercizio e 13 in fase di realizzazione. Ma non c’è solo il biometano: altre 14 richieste di qualifica riguardano infatti gli impianti di produzione di biocarburanti avanzati diversi dal biometano, di cui 10 già chiuse con esito positivo, mentre le altre quattro sono in fase di istruttoria. 5 gli impianti coinvol-ti, di cui 4 per la produzione di biodiesel e uno per la produzione di Hvo (Hydrogenated
Vegetable Oil, olio vegetale idrotrattato) e Green Gpl.

IL FUTURO
I quantitativi che si possono continuare a produrre partendo dai biocarburanti non sarebbero però significativi, siamo nell’ordine del 2% dei volumi attuali di GPL, ma anche nel caso del bio GPL, come per il biometano, gli scarti dell’agricoltura e della silvicoltura, nonché i rifiuti, rappresentano un orizzonte di sicuro interesse.
Secondo lo studio Wlpga, nel periodo 2030- 2050 si potrebbe arrivare a coprire circa un terzo del GPL in tutto il mondo.

IL GPL
Il GPLgas di petrolio liquefatti – si ricava principalmente come sottoprodotto dai processi di lavorazione del petrolio greggio (stabilizzazione, distillazione, processi di cracking e reforming) e di purificazione del gas naturale (degasolinaggio), a cui oggi si stima sia associato oltre il 70% del volume di GPL prodotto. In entrambi i casi – e quindi anche nel caso del
processo di lavorazione delle bioraffinerie – il GPL ed il bioGPL si pongono come by-products (sottoprodotti) rispetto al processo produttivo principale di carburanti tradizionali e di biocarburanti avanzati, così come dell’estrazione del gas.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS