Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

02
Lun, Ago
Advertisement

Biometano, nessun residuo carbonioso

Tecnica
Tipografia

Le auto alimentate a biometano non danno origine a depositi carboniosi. Lo dimostrano i primi dati del monitoraggio avviato dal progetto BioMethER grazie a una collaborazione con Iren e Volkswagen Group Italia, che ha permesso di analizzare l’impatto del biometano come combustibile per autotrazione.

I test sono stati effettuati nella sala di prova del Centro Ricerche Enea della Casaccia, dotata di banco a rulli, su due veicoli nuovi Volkswagen Polo TGI 1.0 90CV alimentati al 100% con biometano prodotto da fanghi di depurazione nell’impianto dimostrativo di Iren a Roncocesi, Reggio Emilia.

Dopo 15.000 chilometri percorsi a biometano totale assenza di residui carboniosi sul cielo del pistone, dato che fa prevedere minore usura del motore.

IL PROGETTO BIOMETHER PER IL BIOMETANO

Biomether Sistema regionale del Biometano in Emilia-Romagna è un progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dal Programma LIFE+, strumento finanziario dell’Unione Europea a supporto dei progetti legati a temi di tutela ambientale e di conservazione della natura, nato per dare avvio alla filiera del biometano in un’ottica di economia circolare e a sostegno della transizione ecologica.

La Regione Emilia-Romagna avendo a disposizione una quantità importante di rifiuti, scarti agroindustriali e reflui potenzialmente avviabili alla produzione di biometano (in ottica di economia circolare) ha puntato su questo settore fin dal 2010.

IL BIOMETANO

È un gas costituito prevalentemente da metano prodotto dalla digestione anerobica o gassificazione di biomassa. Viene ottenuto dalla purificazione (o upgrading) del biogas sino a raggiungere la qualità del gas naturale.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS