Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

20
Gio, Feb
Advertisement

Trasporti green: Ikea premia le performance di LC3

Flash News
Tipografia

L’azienda umbra è la prima al mondo, nel suo settore, a ricevere il riconoscimento per gli alti standard di sostenibilità previsti dal codice di condotta di IKEA che definisce criteri ambientali e sociali fondamentali.


LC3, la società di Gubbio (Perugia) specializzata nel trasporto merci in chiave ecologica, è la prima azienda di autotrasporti al mondo a meritare il titolo di Iway Well Developed Supplier Unit (IWDSU), attribuito da Ikea ai partner che più di altri si sono distinti per l’etica, l’attenzione alla sicurezza e all’ambiente. “Non vediamo l'ora di continuare a collaborare e migliorare assieme”: così la multinazionale svedese ribadisce la volontà di rafforzare questa partnership nell’ambito di una visione integrata di sviluppo sostenibile.

Grande soddisfazione viene espressa dal presidente della società umbra Michele Ambrogi: “LC3 ha da sempre fatto dell’attenzione all’ambiente uno dei suoi capisaldi, attraverso l’impiego di carburanti alternativi a basso impatto ambientale e di tecnologie green. Scelte effettuate per contribuire a rendere il nostro pianeta ogni giorno più pulito e che, mai come in questo momento, si stanno rivelando fondamentali per lo sviluppo economico del Paese e per il rilancio dell’occupazione. Questo riconoscimento ci rende particolarmente orgogliosi: quando si può lavorare insieme e condividere gli stessi obiettivi, non si è più solo cliente e fornitore, ma partner nella crescita”. Una collaborazione nata nel 2014 che non sembra in dirittura d'arrivo ma anzi, sempre più fortificata.

Primo operatore in Italia a scegliere il metano liquido (LNG) come carburante per il proprio parco automezzi, contribuendo attivamente a una drastica riduzione degli inquinanti, LC3 Company si distingue anche per aver messo su strada, sempre per la prima volta nel nostro paese, RevolutioN2, l’innovativo semirimorchio refrigerato ad azoto liquido, a zero emissioni, progettato per garantire il massimo isolamento termico e acustico, minimizzando i disagi per i cittadini nel corso delle operazioni di carico e scarico.

Sin dalla sua nascita, 10 anni fa, la società umbra ha fatto della missione ambientale il suo modello di business e ora è pronta alla prossima sfida, quella del biometano, prodotto da scarti agricoli o da rifiuti solidi urbani, che può abbattere fino al 95% le emissioni di CO2 rispetto al diesel.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS