Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

20
Gio, Feb
Advertisement

Hyundai delinea i passaggi per divenire una società ad idrogeno

Flash News
Tipografia

L’Executive Vice Chairman (EVC) di Hyundai Motor Group (HMG), nonché Co-presidente dell’Hydrogen Council, Euisun Chung ha identificato tre passaggi chiave per accelerare la transizione verso una società di idrogeno in occasione del terzo meeting annuale fra CEO dell’Hydrogen Council a Parigi, in Francia.

L’EVC Chung ha aperto l’incontro sottolineando che “non esiste alcuna scorciatoia per creare una futura società a idrogeno”, enfatizzando che è essenziale stabilire piani di implementazione dettagliati per i rispettivi settori e le diverse fasi dello sviluppo del settore. A tal fine, ha raccomandato tre importanti punti di azione: ridurre i costi attraverso l'innovazione tecnologica nell'intera catena di valore (compresi produzione, stoccaggio, distribuzione ed utilizzi), creare un sistema di gestione della sicurezza globale (al fine di convincere l'opinione pubblica che l'idrogeno è affidabile in termini di tutela) e favorire un'ampia accettazione dell'idrogeno (si necessita quindi di governi e politiche che promuovano una visione di società a idrogeno con i benefici e le opportunità che questa creerà).

I passaggi sono in linea con il messaggio che il Co-Chairman ha trasmesso in una recente intervista con l’Hydrogen Council, in cui ha affermato che il consiglio continuerà a collaborare con le associazioni regionali e nazionali per l’idrogeno per analizzare lo stato attuale delle politiche governative, delle normative e delle tecnologie, fornendo a sua volta soluzioni tecnologiche applicabili e suggerimenti in termini di policy. Inoltre, nel suo discorso di benvenuto, l’EVC ha elogiato il duro lavoro e la dedizione di tutti i membri del consiglio, riconoscendo gli sforzi collettivi per far avanzare la coalizione: in particolare, ha ringraziato i membri per l’impegno e il lavoro profuso nella realizzazione della mission del consiglio, contribuendo con le rispettive competenze.


Nuovo Report: il costo dell’idrogeno dovrebbe ridursi prima del previsto

Del titolo "Path to Hydrogen Competitiveness: A Cost Perspective", il nuovo report dimostra come il costo delle soluzioni a idrogeno diminuirà notevolmente entro i prossimi dieci anni, in anticipo rispetto a quanto precedentemente ipotizzato. Con il continuo aumento di produzione, distribuzione e sviluppo di apparecchiature, si prevede che i costi diminuiranno fino al 50% entro il 2030 per un'ampia gamma di applicazioni, rendendo l'idrogeno finanziariamente competitivo rispetto ad altre alternative a basse emissioni di carbonio e, in alcuni casi, anche rispetto alle soluzioni convenzionali.

Commissionato dall'Hydrogen Council e presentato da McKinsey & Company in collaborazione con E4tech, il rapporto ha utilizzato una metodologia rigorosa per raccogliere e analizzare 25.000 dati di 30 aziende che rappresentano l'intera catena di valore dell'idrogeno in quattro aree geografiche chiave (Stati Uniti, Europa, Giappone/Corea e Cina). I dati sono stati esaminati anche da un gruppo di consulenza indipendente composto da esperti del settore.

Il rapporto mostra significative riduzioni dei costi previste per oltre 20 diverse applicazioni dell'idrogeno, come il trasporto a lunga distanza e il trasporto pesante, il riscaldamento industriale e il bilanciamento del sistema energetico, che comprende circa il 15% del consumo globale di energia. Secondo il documento, questa traiettoria dei costi può essere attribuita principalmente a:
-Consistente riduzione dei costi della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili
-Crescente utilizzo dell'infrastruttura di distribuzione
-Aumento della produzione

Per sviluppare questa opportunità, saranno necessarie politiche di sostegno nelle aree geografiche chiave, insieme a investimenti per circa 70 miliardi di dollari fino al 2030: una cifra considerevole, nonostante rappresenti meno del 5% della spesa annua globale per l'energia. "Un futuro con energia pulita grazie all’idrogeno è più vicino di quanto pensiamo, perché l'industria ha lavorato duramente per affrontare le sfide attuali. Il rapporto mette in luce ciò che ancora rimane da fare e delinea un chiaro percorso da seguire", ha dichiarato Benoit Potier, presidente e CEO di Air Liquide e Co-Presidente dell’Hydrogen Council. "Il 2020 segna l'inizio di una nuova era per l'energia: man mano che il potenziale di integrazione dell'idrogeno nel nostro sistema energetico globale diventa realtà, possiamo aspettarci meno emissioni, maggiore sicurezza e flessibilità. Questo annuncia il decennio dell'idrogeno".

"L'Hydrogen Council auspica che i risultati del rapporto non solo aumentino la consapevolezza pubblica sul potenziale dell'idrogeno come fonte di energia nella vita di tutti i giorni, ma che sfatino anche il falso mito che un'economia a idrogeno è irraggiungibile a causa dei costi", ha commentato l’EVC Chung. "Se vogliamo raggiungere gli obiettivi climatici globali entro la metà del secolo e raccogliere i benefici dell'idrogeno, questo è il momento di agire".

Il rapporto di ricerca è stato presentato davanti a oltre 80 alti dirigenti internazionali, in occasione della riunione annuale dell'Hydrogen Council, che si è svolta a fianco del Summit “Choose France!” e il World Economic Forum (WEF) di Davos sul tema "Stakeholders per un mondo coeso e sostenibile". L'evento dei CEO ha riunito i leader del settore impegnati a favore dell'idrogeno, per stabilire il percorso verso l'ampliamento delle infrastrutture e dell'utilizzo dell’idrogeno nei prossimi anni.


Executive Vice Chairman Chung al Vertice di Choose France! e al Forum economico mondiale

Dopo la terza riunione annuale dei CEO dell’Hydrogen Council di lunedì, Chung ha partecipato al summit annuo di Choose France tenutosi lo stesso giorno alla Reggia di Versailles: si tratta di un'iniziativa guidata dal governo francese per attrarre investimenti esteri che quest'anno ha visto la partecipazione di più di 190 dirigenti globali insieme al Presidente Emmanuel Macron e diversi esponenti del governo francese, tra cui il Primo Ministro, i principali ministri e i rappresentanti regionali. L'ECV è stato anche invitato all’International Business Council (IBC) Winter Meeting di quest'anno.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Iscriviti al nostro servizio di newsletter e sarai avvisato quando sono disponibili nuovi articoli (iscrivendoti, accetti la Privacy policy).
Advertisement