Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

05
Dom, Apr
Advertisement

Schneider Electric si unisce all’iniziativa EV100 promossa da The Climate Group: sostituirà il 100% della flotta aziendale con veicoli elettrici

Flash News
Tipografia

Rafforzando il proprio impegno per creare un mondo a emissioni di anidride carbonica zero Schneider Electric, compagnia che si impegna nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, annuncia il suo ingresso nell’iniziativa EV100 di The Climate Group e adotta una nuova policy green che prevede di sostituire il 100% della flotta di veicoli aziendali con veicoli elettrici, entro il 2030.

L’annuncio è stato dato in concomitanza con il lancio, avvenuto il 6 febbraio, della ricerca "2020 Progress and Insights Annual Report" di The Climate Group; lo studio evidenzia che la domanda di veicoli elettrici è in crescita e che le aziende stanno progredendo rapidamente verso i loro obiettivi, dove i modelli sono disponibili.

 

Il future della mobilità è elettrico: possiamo dimostrare che un cambiamento rapido è possibile

Secondo il report speciale di IPCC, entro il 2030 è necessario tagliare del 45% le emissioni globali di anidride carbonica per limitare a 1,5 °C l’incremento della temperatura del pianeta. La mobilità elettrica è essenziale per arrivare a questo obiettivo, unita alla decarbonizzazione, alla decentralizzazione e alla digitalizzazione dell’energia. Nonostante ciò, finora l’adozione della mobilità elettrica procede troppo lentamente. Con il suo impegno, Schneider Electric si augura di dimostrare che è possibile arrivare a un cambiamento in tempi rapidi, contenendo i costi e garantendo comfort agli automobilisti.

Entro il 2030, Schneider Electric sostituirà 14.000 auto aziendali in uso in oltre 50 paesi con modelli elettrici; sempre entro il 2030 l’azienda installerà infrastrutture di ricarica EV nei suoi uffici principali e stabilimenti produttivi; in alcuni di questi siti, sarà impiegata l’innovativa architettura EcoStruxure™ per la mobilità elettrica, che combina l’uso di microgrid, soluzioni per la gestione degli asset e nuovi sistemi di gestione dell’energia.

 

Dalla mobilità elettrica una spinta chiave per gli obiettivi di sostenibilità

Nel 2019 Schneider Electric si è impegnata a ottenere la carbon neutrality nel suo ecosistema entro il 2025 e diventare a emissioni net-zero entro il 2030: passare alla flotta elettrica permetterà di portare a zero le emissioni dirette di CO2 prodotte dalle auto aziendali.

Per molti dipendenti dell'azienda l’uso di veicoli elettrici è già nella quotidianità. L’azienda ha sviluppato negli ultimi anni e poi installato presso numerosi siti nel mondo infrastrutture di ricarica elettrica con veicoli a disposizione dei suoi dipendenti – ad esempio in Norvegia. Anche i dipendenti Schneider Electric che lavorano in Germania nel Campus EUREF, dove si adottano le tecnologie più innovative per la riduzione di CO2 generata da energia e trasporti, sperimentano – insieme ai lavoratori delle altre 150 aziende lì presenti – questa nuova mobilità. La trasformazione che interesserà nei prossimi 10 anni oltre 50 paesi in cui l’azienda è presente, cambierà le abitudini di tante altre persone.

 

Investire e collaborare con start up in area e-mobility per accelerare la transizione

Oltre a portare in elettrico la propria flotta aziendale, Schneider Electric aiuta le aziende a compiere questo passaggio con investimenti e collaborazioni rivolte a start up quali eIQ Mobility che offre servzi di consulenza e software per l’elettrificazione delle flotte, e DST, che offre logistica as a service per la gestione delle flotte elettriche e ha già oltre 16.000 veicoli elettrici in gestione. Inoltre la compagnia è investitore ed è partner di Volta, i cui modelli di business innovativi permettono a proprietari immobiliari e automobilisti di avere ricarica gratuita per i veicoli elettrici in cambio di pubblicità.

 

EcoStruxure for eMobility: tecnologie innovative per il futuro della mobilità elettrica

Schneider Electric ha lanciato EcoStruxure™ for eMobility, l’unica infrastruttura end-to-end al mondo per la ricarica di veicoli elettrici. Si distingue perché copre tutta la “catena” della ricarica: dalla consulenza alle aziende che intendono adottare la mobilità elettrica alla fornitura di sistemi di gestione di reti e microgrid, fino alle stazioni di ricarica smart.

-Servizi di consulenza per aiutare i clienti a creare strategie, progettare, realizzare e mantenere attivi sistemi sicuri, affidabili ed efficienti per la ricarica elettrica dei veicoli
-Gestione dell’energia e della microgrid, per ottimizzare il consumo delle unità di ricarica EV con software che ne aumentano l’efficienza d’uso e l’efficienza di costo, prevedendo il momento migliore per consumare, produrre, immagazzinare o vendere energia.
-Batterie di accumulo integrate che ottimizzano l’uso della rete e permettono di gestire meglio le energie rinnovabili
-Gestione operativa e manutenzione predittiva basate su IIoT, unite a data analytics, che minimizzano l’OpEx e aiutano a eliminare il downtime
-Stazioni di ricarica EVlink che offrono un’esperienza d’uso semplice e possono essere installate su larga scala

 

Tre iniziative e un solo obiettivo: emissioni zero

Schneider Electric aderisce a ben tre iniziative di The Climate Group; EP100, RE100 – a cui aveva aderito dal 2017 - e ora EV100. Si tratta di progetti complementari e trasformativi nell’ottica di ridurre a zero le emissioni prodotte dalle attività operative entro il 2030, in linea con l’obiettivo di contenere entro 1,5 °C l’aumento della temperatura globale.

-EP100: l’iniziativa mira a raddoppiare entro il 2030 la produttività dell’energia (prendendo come punto di partenza i dati dell’anno 2005), con l’ambizioso obiettivo quindi di raddoppiare il risultato economico di ogni unità di energia consumata.
-RE100: l’iniziativa prevede di arrivare a usare il 100% di energia rinnovabile entro il 2030, con un obiettivo intermedio fissato all’80% entro il 2020. I progressi in questo ambito sono riportati da Schneider Electric nel suo report Schneider Sustainability Impact (SSI).
-EV100: l'iniziativa globale di The Climate Group che riunisce aziende che guardano al futuro e si impegnano ad accelerare la transizione ai veicoli elettrici (EV) per rendere il trasporto elettrico la “nuova normalità” entro il 2030. Il trasporto elettrico è una importante soluzione per il cambiamento climatico e riduce l’inquinamento acustico e ambientale. Le aziende possono guidare il cambiamento con le loro decisioni di investimento, e influenzare milioni di clienti e di dipendenti. Unendosi a EV100, le aziende aumentano la domanda, avviano una implementazione su larga scala della mobilità elettrica e contribuiscono a rendere più economicamente convenienti, per tutti, le auto elettriche. Nel suo impegno per sostenere l’adozione di mobilità elettrica nelle grandi aziende, The Climate Group lavora a stretto contatto con i partner regionali Ceres e Japan Climate Leadership Partner. Per saperne di più: TheClimateGroup.org/EV100

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS