Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

25
Mer, Mag
Advertisement

Test positivi per Citroën ë-Jumpy Hydrogen

Flash News
Tipografia

Il gruppo francese di servizi ambientali Suez sta testando il veicolo commerciale Citroën ë-Jumpy Hydrogen, che abbina batterie e idrogeno.

Lo utilizzano i responsabili dei lavori nel sito di Carcassonne: visite nei cantieri, rifornimento di piccole e grandi attrezzature, riparazioni di emergenza in caso di perdite d’acqua. Da qui la necessità di disporre di un veicolo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, con un’autonomia sufficiente per evitare i rifornimenti durante la giornata. I mezzi, che devono essere disponibili rapidamente, percorrono ogni giorno tragitti abbastanza brevi (circa 100 km) ma frequenti in città e periferia. I carichi superano spesso i 200 kg e occupano oltre la metà del volume disponibile. 
I risultati, comunica Citroën, sono buoni, grazie alla versatilità di utilizzo della tecnologia a idrogeno. I plus: autonomia di 400 km; rifornimento rapido che garantisce l’operatività permanente dei veicoli (la stazione da 350 bar in dotazione consente di riempire il serbatoio a metà in 3 minuti); la batteria da 10,5 kWh, che viene usata come riserva e permette di percorrere 50 km quando i serbatoi dell’idrogeno sono vuoti, si ricarica molto facilmente da una comune presa di corrente da 220 V, di notte, da 3 a 5 volte alla settimana. 
La tecnologia utilizzata associa una batteria agli ioni di litio da 10,5 kW a una pila a combustibile da 45 kW collegata a 3 serbatoi di idrogeno da 700 bar con capacità di stoccaggio utile fino a 4,4 kg di idrogeno.
Quando idrogeno e aria vengono messi in contatto con un catalizzatore, la pila a combustibile genera l’elettricità che alimenta un motore elettrico; l’unico residuo rilasciato è vapore acqueo
Rispetto a una batteria, una pila a combustibile è quindi considerata più come un convertitore di energia che come un dispositivo di stoccaggio. Citroën ha adottato questa soluzione ibrida dopo alcuni lavori realizzati in collaborazione con Symbio, una joint-venture specializzata in pile a combustibile e creata da MichelinFaurecia. La batteria è posizionata sotto i sedili e i serbatoi sotto il pianale, senza alcun impatto sul volume di carico.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS