Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

08
Sab, Mag
Advertisement

Finiti i soldi per gli incentivi auto più richiesti

Attualità
Tipografia

È terminato pochi giorni fa lo stanziamento per gli incentivi all’acquisto di autovetture con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 gr/km. Grazie all’utilizzo delle agevolazioni, il numero di auto vendute in aprile e in parte a maggio si manterrà sui livelli dei primi mesi del 2021, che restano comunque però più bassi di quelli del 2019, esente dalla pandemia di Covid-19. 

Il finanziamento era infatti destinato a sostenere il mercato delle autovetture nel primo semestre di quest’anno così da  evitare il crollo delle immatricolazioni. Nonostante ciò, risulta comunque insufficiente per l’intero primo semestre. 
Per il periodo successivo, dato il persistente freno costituito dall’emergenza coronavirus e dalle indispensabili misure per contenerlo, il Centro Studi Promotor prevede una drastica caduta delle vendite con effetti fortemente negativi sul quadro economico generale del 2021. Gian Primo Quagliano, presidente del Centro, sostiene che ‘’è necessario che il Governo rifinanzi a breve lo stanziamento per gli incentivi e ne sovvenzioni uno adeguato per il prossimo semestre. Altrimenti il mercato automobilistico e il suo indotto sono destinati a collassare, oltre che ad influire pesantemente sull’obiettivo di ottenere nel 2021 la prevista crescita del Pil del 4% dopo il crollo dell’8,9% del 2020’’