Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

25
Mer, Mag
Advertisement

Circular Mobility SIFÀ

Attualità
Tipografia

SIFÀ, Società Italiana Flotte Aziendali, tra i top player in Italia del settore del Noleggio a Lungo Termine e gestione flotte aziendali, al 100% di proprietà del Gruppo BPER Banca, ha avviato, nell’ambito dei propri obiettivi di responsabilità sociale d’impresa, il progetto Circular Mobility (www. circularmobility.it).

Obiettivo strategico: cambiare l’approccio alla mobilità, promuovendo l’adozione di pratiche più responsabili. 
Il nostro impegno in ambito di Responsabilità Sociale d’Impresa – spiega Paolo Ghinolfi, AD di SIFÀ – ha trovato il suo punto più alto con il progetto Circular Mobility, aggregatore di iniziative nell’ambito della mobilità sostenibile e innovativa che si ispira ai principi dell’economia circolare, con lo scopo principale di non disperdere i materiali di scarto del prodotto a fine vita ma immetterli nuovamente nel circolo dell’attività produttiva. 
Un progetto articolato e ambizioso, che parte dall’interno dell’azienda stessa, che ha fatto di dipendenti e collaboratori i primi ambasciatori.

CAMBIO DI PARADIGMA
La nostra idea è porre le basi, con Circular Mobility, di un approccio nuovo che attualmente non esiste sul mercato, e di trasformarlo in attività concreta. Possiamo vedere molte interessanti iniziative sulla mobilità sostenibile, ma tutte finalizzate alla singola azienda che esprime questo tipo di attenzione. È necessario collegarle tra loro per creare un sistema funzionale che faccia muovere in modo sinergico tutti gli elementi della filiera, creando anche uno spazio di consulenza e informazione non solo per i clienti e fornitori ma anche per le istituzioni. 
Ciò favorirà un nuovo modello di impresa capace di traghettare oltre le difficoltà economiche del settore, portando benefici a tutto l’ecosistema auto. 
In SIFÀ puntiamo molto a fornire adeguati strumenti e risorse a tutti i nostri dipendenti e collaboratori, a loro abbiamo riservato un percorso di formazione ad hoc su questo nuovo modello di business, pianificando cicli di incontri con docenti universitari e specialisti del settore. Questo significa bloccare le nostre risorse per giornate intere su attività formative ad alto valore aggiunto, perché siamo convinti che questa sia la via privilegiata per arricchire il loro patrimonio di competenze e contribuire alla crescita loro e di tutta l’azienda nel segno dell’innovazione e del miglioramento continuo. 
A seguire l’obiettivo di SIFÀ è proporre progetti concreti sia al mercato automotive sia alle istituzioni.

APPROCCIO 360 GRADI
Stiamo lavorando a più livelli – conclude Ghinolfi – sui combustibili, sui nuovi sistemi di alimentazione, approfondendo anche nuove forme come l’idrogeno che probabilmente sarà il protagonista dell’evoluzione tecnologica nei prossimi anni. Sulla mobilità elettrica, come azienda di noleggio ci poniamo come consulenti, suggerendo veicoli elettrici per utilizzo nei contesti urbani senza dimenticare che il maggiore deterrente resta l’assoluta carenza di reti di ricarica.

IL CUORE DEL MODELLO CIRCULAR MOBILITY
Al centro del progetto la mobilità intesa come servizio, partendo dal superamento del concetto di proprietà del bene. 
In quest’ottica il Noleggio a Lungo Termine si pone come servizio che mette a frutto la gestione integrata delle esigenze dei clienti. Accanto al noleggio, formule come il car sharing, anche declinato nella versione corporate per le aziende, che rispecchia i valori di Circular Mobility, promuovendo un modello di mobilità condivisa e riducendo il numero di mezzi in circolazione.