Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

24
Lun, Gen
Advertisement

Passione motori, il Motorshow è tornato

Eventi
Tipografia

A Bologna Fiere dal 3 all’11 dicembre (il 2 giornata stampa operatori) è protagonista il Motorshow, un grande evento da vedere, da fare e da vivere. Sono gli imperativi attorno ai quali ruota l’esperienza di chi sceglie il salone, grazie a spettacolo, anteprime e novità. Ingredienti: case auto, divertimento, giri di pista, convegni, formazione e sicurezza.

 Tra le attrazioni, all’area 48 Motul Arena a cura di Acisport esibizioni di Formula 1, Gran Turismo, motocross, supermotard, quad e trial. Free style all’area 47, con gli show ininterrotti. Alla 45 un percorso off road realizzato da Carrara Fiere con la possibilità per il pubblico di effettuare test-drive. Qui anche le dimostrazioni dei due mezzi corazzati Lince rese possibili dall’Aeronautica e dell’Esercito Italiano.

Motorshow Incontra è invece il nome del ciclo di convegni che si svolgono durante la manifestazione, che entra nel vivo già il 2 dicembre con un meeting sul tema Internet of Things: l’auto connessa.

La 40ª edizione del Motorshow – spiega Gian Primo Quagliano, presidente Econometricapresenta un format rinnovato che affonda le radici nella tradizione Motorshow degli anni ruggenti e si apre in una situazione di mercato che per l’Italia è decisamente positiva: una crescita a due cifre negli ultimi due anni e anche il 2017 si presenta sotto buoni auspici. Tra l’altro al Motorshow gli automobilisti che hanno rinviato a lungo la sostituzione dell’auto per effetto della crisi potranno vedere ciò che di meglio offrono le case, ma ci sarà anche quanto di nuovo e di meglio sta maturando in un mercato che si prepara all’avvento dell’auto a guida autonoma, che modificherà radicalmente la mobilità e avrà un effetto formidabile sulla riduzione degli incidenti.


Intervista a Rino Drogo, Motor Show Director

Torna il Motorshow, obiettivo raggiunto?
È il più grande evento italiano dell’auto rivolto al pubblico: spettacolo, divertimento, informazione, conoscenza. Quest’anno taglia il traguardo dei 40 anni un evento che ha attraversato la storia dell’automobile e appassionato milioni di visitatori. Abbiamo voluto dare forma ad un nuovo Motorshow, inauguriamo una serie di grandi eventi dedicati al mercato italiano, un appuntamento che è esposizione, contatto con il cliente, ma anche approfondimento sui temi legati al settore automotive. Il nuovo team di esperti, giovani, professionisti, ha lavorato in questa direzione per dare concretezza ad un Motorshow straordinario.

Il ruolo e gli spazi dei veicoli con alimentazioni alternative?
La mobilità sostenibile e l’energia alternativa sono un fil rouge che accompagna l’evento, anche fuori salone, con test drive in centro città. Le aree consentono di approfondire contenuti e vantaggi delle nuove funzionalità sull’auto, a partire da nuovi power train ibridi ed elettrici, sistemi di sicurezza preventiva, a diverse soluzioni di lighting e connettività, infotainment, HMI. Ad accoglierci nel quadriportico anche le Smart elettriche e anteprime nazionali, come la Toyota C-HR suv ibrida e Mirai ad idrogeno.

I consigli ai visitatori per la visita perfetta.
Per diventare l’evento motoristico più importante in Italia, il Motorshow è ricco di eventi e sorprese. Passione, passione, passione, è la password del nuovo appuntamento. L’edizione 40 è un grande evento. Il ritorno del Memorial Bettega coinvolge il pubblico delle grandi occasioni, i rally e i testi drive per gli appassionati, le aree esterne per provare le automobili. Per gli amanti dell’heritage abbiamo dedicato un padiglione alla Passione Classica, con la partecipazione di importanti musei storici, collezioni private, registri di marca. Ed ancora ci sono Forze Armate, percorsi 4x4, e performance dei piloti sulle due ruote, come il famosissimo Kevin Carmichael.


Si parla anche di gas auto

Interessante l’incontro Metano e GPL: l’ibrido che fa bene all’ambiente, perché rilanciare una eccellenza italiana – 5 dicembre, 9.30/12.30 al Centro Servizi, Blocco D, Sala Suite – organizzato da Federmetano, Assogasliquidi e Assogasmetano, moderato da Giovanni Leporati. Saluti di Elisabetta Gualmini, Vicepresidente Regione Emilia-Romagna e dell’On. Gianluca Benamati, Commissione Attività Produttive della Camera. Interventi di: Vincenzo Conte, Relazioni Esterne Econometrica; Raimondo Orsini, Direttore Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile; Giuseppina Gualtieri, Presidente Tper; Paolo Ferrecchi, Direttore Generale Direzione Cura Territorio e Ambiente Regione Emilia-Romagna; Maria Fiorentino, Amministratore Delegato Maresca e Fiorentino, Concessionaria Cnh - Iveco Bus, Marche, Toscana, Umbria; Antonella Stracciari, Concessionaria Ford Bologna e Ferrara; Pietro Maresca, Consigliere Delegato Maresca e Fiorentino, Concessionaria Fiat Bologna; Giuseppe Corricelli, Amministratore Delegato di Powerjet LPI; Licia Balboni, Presidente Federmetano, Francesco Franchi, Presidente Federchimica Assogasliquidi, Paolo Vettori, Presidente Assogasmetano; Irene Priolo, Assessore alle Politiche per la Mobilità Comune di Bologna; per la Regione Emilia Romagna Paola Gazzolo, Assessore alle Politiche Ambientali e Raffaele Donini, Assessore ai Trasporti. Conclusioni Gian Luca Galletti, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS