Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

04
Ven, Dic
Advertisement

Formazione e lavoro per l’ambiente

Eventi
Tipografia

Intesa scuole e Consorzio Ecogas
Alternanza scuola lavoro. Con la riforma della scuola è diventata obbligatoria nelle scuole superiori. Strumento per avvicinare le nuove generazioni al mondo del lavoro e completare la loro formazione, che necessita di strutture, personale e momenti di qualificazione.

Il Consorzio Ecogas, che riunisce 1.000 aziende del settore carburanti a basso impatto ambientale, GPL e metano, ha firmato lunedì 12 giugno a Bologna, in occasione del G7 Ambiente, il Protocollo di intesa Rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro, attraverso le opportunità della green economy e della tecnologia made in Italy con due istituti scolastici: l’Istituto Piamarta di Milano e l’Ipsia Leon Battista Alberti di Rimini.

Presso l’Auditorium Regione Emilia Romagna alla presenza di Alessandro Meggiato – Responsabile del Servizio Trasporto pubblico locale, Mobilità integrata e ciclabile della Regione Emilia Romagna - D.G. Cura del Territorio e dell’Ambiente – ha siglato l’accordo, che verrà esteso anche ad altre realtà, il professor Alberto Salioni, delegato dal direttore generale di Afgp (Associazione Formazione Giovanni Piamarta), Giuseppe Raineri per l’Istituto Piamarta, il professor Roberto Rossi, delegato dal dirigente scolastico, Alberta Fabbri dell’Ipsia Leon Battista Alberti e Alessandro Tramontano, presidente del Consorzio Ecogas, che ha illustrato così le finalità: Salvaguardia dell’ambiente, ottimizzazione delle risorse energetiche e una maggiore diffusione delle fonti rinnovabili. Sono gli obiettivi che vogliamo raggiungere attraverso progetti di formazione e occupazione sensibilizzando le nuove generazioni.

L’industria italiana che produce impianti per la conversione dei veicoli a GPL e metano – ha sottolineato Tramontano – rappresenta da sempre un’eccellenza del nostro Paese. Per salvaguardare questo patrimonio il Consorzio Ecogas si rivolge alle giovani generazioni per sostenere la necessità di una mobilità più rispettosa dell’ambiente, con la consapevolezza di poter offrire occupazione qualificata grazie allo sviluppo del settore, che unisce a carburanti dal ruolo consolidato quali GPL e metano nuovi mercati che offrono prospettive di sicuro interesse: parliamo di biometano, biopropano e GNL.

È importante per i giovani – hanno dichiarato i responsabili dell’Istituto Piamarta e dell’IPSIA Leon Battista Alberti – apprendere le problematiche connesse ai cambiamenti climatici e le conoscenze scientifiche e tecnologiche proprie dell’economia sostenibile.

La Regione Emilia Romagna – ha commentato Meggiato – è impegnata per garantire e migliorare la qualità dell’aria e da anni riconosce la bontà di GPL e metano, che sono stati tenuti in considerazione sia per il ricambio del parco mezzi del trasporto pubblico, sia sotto forma di incentivi ai cittadini. Garantita inoltre la libera circolazione dei veicoli a gas in caso di limitazioni alla circolazione.

Le delegazioni dei due istituti scolastici e del Consorzio Ecogas, composte da circa 70 persone – studenti, docenti e tecnici – hanno visitato, in collaborazione con Unione Gas Auto, la Tartarini Auto di Castel Maggiore, che fu la prima azienda italiana a produrre impianti metano e GPL, e successivamente anche il primo impianto in Italia per la distribuzione di GPL e metano per auto: la Sprint Gas di Bologna.

Hanno accompagnato gli studenti i professori Ivan Pagliarani, Elisabetta Bugli, Mattia Pacini e Matteo Intermite per l’Ipsia Alberti e i professori Angelo Ignazzi, Francesco Zaini, Elisa Sabadini e Stefano Passaro dell’Istituto Piamarta.

La giornata di eventi voluti dal Consorzio Ecogas è un Energy Day della Sustainable Energy Week promossa dalla Commissione Europea.

 

GLI ISTITUTI APRIPISTA

Le scuole coinvolte nella firma del Protocollo non sono nuove a iniziative per la sostenibilità ambientale, in particolare con il mondo del gas per autotrazione. Nel corso dell’anno scolastico 2014-2015 con il Consorzio Ecogas, presso il CNR-ISMAR di Ancona, oltre 60 studenti del Piamarta tra i 16 a i 18 anni hanno seguito un percorso formativo per imparare a trasformare un’imbarcazione a GPL. All’Istituto Ipsia Alberti di Rimini è invece stata convertita a metano e a GPL una flotta di scooter, esposta all’ultima edizione di Ecomondo.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS