Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

25
Ven, Set
Advertisement

Autopromotec, l’automotive si racconta

Eventi
Tipografia

La 28ª edizione di Autopromotec, la biennale internazionale dell attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, si è svolta alla Fiera di Bologna dal 22 al 26 maggio. L’evento ha riunito a Bologna l’intero settore dell’assistenza ai veicoli, focus l’evoluzione del mercato, l’innovazione tecnologica, la specializzazione e la formazione professionale.

I NUMERI

Sono state 1.676 le aziende partecipanti, con un aumento del 4,4% rispetto all’edizione precedente, nel 2017. Di queste, la quota dall’estero è pari al 43%, per un totale di 53 paesi rappresentati. La manifestazione, articolata su 17 padiglioni e 5 aree esterne, per una superficie espositiva di 162.000 m2, ha attratto 119.108 operatori professionali, con un aumento del 4,85%

UNA FIERA INTERNAZIONALE

La quota di operatori professionali esteri è risultata pari al 18%, oltre 100 delegati provenienti da 32 paesi. Buyer e operatori istituzionali sono stati protagonisti di 629 incontri B2B con gli espositori italiani, organizzati nell’ambito del piano per la promozione internazionale di Autopromotec e della dell’aftermarket automotive, frutto della collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane).

TEMI CHIAVE PER IL MERCATO DEL POST-VENDITA AUTOMOTIVE

Negli oltre 20 appuntamenti del calendario di convegni e tavole rotonde di AutopromotecEDU, finalizzati all’informazione, alla formazione e al confronto, è emerso quanto l’evoluzione del mercato e i nuovi scenari della mobilità implichino innovazioni tecnologiche applicate all’assistenza ai veicoli, ma anche nuove competenze professionali e nuovi strumenti di marketing.

INIZIATIVE SPECIALI PROTAGONISTE

A caratterizzare la manifestazione numerose iniziative speciali. Hybrid & ADAS Village, area dedicata alle dimostrazioni dei sistemi ADAS (sistemi avanzati di assistenza alla guida) di ultima generazione sulle auto ibride, realizzata in collaborazione con Quattroruote Professional; Autopromotec Motorsport, patrocinata da ACI Sport e ANFIA Motorsport per celebrare la correlazione
tra le aziende del settore aftermarket e il comparto delle competizioni motoristiche; il progetto Officina X.0, in collaborazione con Accenture, che ha sottolineato il ruolo della digitalizzazione e della connettività negli interventi di riparazione. E infine Italia, passione in rosso, mostra di auto d’epoca a cura di Ruoteclassiche, con 6 esemplari rigorosamente rossi del patrimonio motoristico storico italiano, realizzata in collaborazione con FCA Heritage e collezionisti privati.

I RISULTATI COMMENTATI DA RENZO SERVADEI


L’Amministratore Delegato di Autopromotec: Il livello tecnologico delle aziende espositrici ha confermato quanto gli analisti ci avevano preannunciato: tecnologia, informazioni tecniche e formazione sono ingredienti di una ricetta che porterà le aziende dell’aftermarket automobilistico verso le sfide di un futuro che è già cominciato.
I nuovi carburanti, i sistemi di assistenza alla guida, il nuovo modo di intendere la mobilità e l’aumentata sensibilità ambientale rappresentano importanti sfide ma anche opportunità per
coloro che sapranno coglierle. Autopromotec ha dato a molti indicazioni utili su come
programmare il proprio futuro e quello dei propri figli.

LA PROSSIMA EDIZIONE


Le date della prossima edizione della fiera sono già state definite: la 29a edizione di Autopromotec si terrà dal 26 al 30 Maggio 2021, sempre presso BolognaFiere.
Info: www.autopromotec.com.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS