Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

24
Mar, Set
Advertisement

ECOdolomitesGT. La gara dolomitica vinta da Ventura - Marchisio

Sport
Tipografia

Sotto una continua pioggia battente e per il conseguimento di trofei ricavati dal legno degli alberi abbattuti dalla tempesta "Vaia" dell’autunno 2018, si é conclusa a Primiero San Martino di Castrozza la prima Edizione dell’ECOdolomitesGT: la gara dolomitica del Campionato Italiano Green Endurance 2019 (www.GreenEndurance.org), dedicato a vetture "ecologiche", tenutasi da Ortisei (BZ) a Primiero San Martino di Castrozza (TN), dal 6 all’8 settembre scorsi.

Tra gli equipaggi iscritti spiccano i nomi di alcuni tra i più importanti Team di questa disciplina: Nytko Motorsport (Canada e Polonia), EcoMotori Racing Team, Volta Electric Team, Snam4Mobility, Scuderia Etruria e RaceBioConcept Team: la squadra corse che, per la prima volta al mondo, nel 2005, proprio qui tra le dolomiti introdusse tutte le auto "ecologiche" allora diffuse nel motorsport, impiegando vetture alimentate o propulse in modo alternativo (alla benzina e al gasolio) in apertura e chiusura di un Rally internazionale, l’allora 25°Rallye Internazionale di San Martino di Castrozza e Primiero.

Vetture elettriche alimentate da energia da fonte rinnovabile, vetture alimentate a biometano, ibride termiche-elettriche e alimentate a GPL si sono sfidate in una gara di regolarità e consumo in un percorso che si é snodato tra la Val Gardena e la Valle di Primiero, diviso in quattro settori da circa cento chilometri, ciascuno dei quali conteneva due prove in media a controllo segreto.

L’ECOdolomitesGT 2019 é stata vinta da Nicola Ventura e Daniela Marchisio dell’EcoMotori Racing Team a bordo della 500 Abarth alimentata a biometano, tallonati dal secondo posto di Cesare Martino e Francesca Olivoni (della Scuderia Etruria) e dal Terzo Posto del RaceBioConcept Team, rappresentato da Vincenzo di Bella e Claudio Canale.

Ottima la performance di Domenico Palermo e Giordano Regazzo che, al loro debutto, hanno tenuto alti i colori del Volta Electric Team: la squadra corse "tutto elettrico" che, sin dalla sua recente costituzione, ha sempre dato gran filo da torcere ai più veterani.

Più sfortunata la performance di Lukasz Nytko e Patrycja Sitarz (del mitico team internazionale Nytko Motorsport), i quali, avendo dovuto rinunciare alla prima manche, hanno finito con l’optare per un ritiro che ha sicuramente lasciato ai propri avversari il campo libero da un altro temibile veterano.

Gli "Emission Factor" - i fattori, ossia, redatti dal Joint Research Center della Commissione Europea, i quali premiano gli applicativi in base all’effettivo impatto ambientale "well-to-wheel", per la prima volta introdotti dal Green Endurance, e in continua evoluzione d’applicazione - hanno premiato il l’energia elettrica da fonte rinnovabile e il biometano quali migliori fonti energetiche per l’autotrazione, con riferimento alle emissioni climalteranti: quelle stesse che, per molti, hanno scatenato, appunto, la tempesta "Vaia", alla quale s’é ispirato il prize-giving dell’EDGT. Gli effetti della quale tempesta sono ancora evidenti a tutti, come evidenti sono stati ai driver che hanno percorso le strade di questa manifestazione.

L’ECOdolomitesGT - quale parte integrante dell’Evento/Raduno ECOdolomites, arrivato quest’anno ad Ortisei alla sua decima edizione - si aggiorna con l’edizione 2020 che già si preannuncia ricca di novità. Una tra tante la titolazione FIA E-Rally / Electric and New Energy Championship.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS