Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

23
Dom, Gen
Advertisement

Medusa, storie della fine del mondo (per come lo conosciamo) di Matteo De Giuli e Nicolò Porcelluzzi – Editore Nero

Libri
Tipografia

Il 22 settembre è uscito per l’Editore Nero Medusa, storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo) in cui Matteo De Giuli e Nicolò Porcelluzzi passano in rassegna varie teorie e storie provenienti da tempi e ambiti di studio diversi, per condurre il lettore in un viaggio verso la fine del mondo.

Medusa parla di crisi climatica e disastri ambientali, ma affronta il tema sviscerando implicazioni spesso tralasciate: il fatto che l’1% della popolazione mondiale (i ricchi) sia responsabile del 15% delle emissioni mentre quattro miliardi di esseri umani, i più poveri, lo siano del 7% evidenzia un legame tra ecologia e problemi socio – economici. La riflessione si allarga al ruolo dell’educazione scolastica e al rapporto con il concetto (spesso idealizzato) di “natura selvaggia incontaminata”. Il libro arriva dopo l’esperimento dell’omonima newsletter che dal 2017, in due appuntamenti settimanali, ha raccolto migliaia di iscritti, a conferma che questi temi risultano sempre più urgenti per una fascia crescente della popolazione. Raccontare e coinvolgere gli obiettivi principali degli autori: c’è bisogno urgente di raccontare storie che ci facciano comprendere la gravità della crisi climatica, che ci facciano interessare e ci portino alla ribellione. È compito dei politici, degli attivisti, dei giornalisti trovarle. 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS