Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

12
Mar, Nov
Advertisement

Skoda: al via il nuovo modello di Octavia

Auto Novità
Tipografia

L'11 novembre Skoda svelerà il nuovo modello di Octavia, previsto in innovative versioni eco-friendly, anche a metano e ibride.

Dopo 60 anni dall’inizio della produzione, Skoda festeggia l’anniversario di Octavia con una nuova generazione, dal design rinnovato e ricca di funzionalità aggiunte all’insegna dell’innovazione.
Per ŠKODA, OCTAVIA gioca un ruolo importantissimo.”, commenta il CEO Bernhard Maier, “Ecco perché abbiamo completamente rinnovato quest’auto. Il risultato è la miglior versione di OCTAVIA che ci sia mai stata: ancora più spaziosa, più pratica e sicura. Per il 60oanniversario del modello, abbiamo deciso di fare un importante passo avanti. Durante gli ultimi sei decenni, OCTAVIA ha contribuito alla creazione e allo sviluppo del Brand e dell’azienda. Sono sicuro che la nuova generazione continuerà a dare il suo contributo al nostro percorso di crescita

Dal suo lancio nel 1959, Skoda ha venduto 6,5 milioni di Octavia, con la terza generazione capace di registrare una media di 400.000 unità per anno. Nella sua variante wagon, inoltre, è la più venduta in Europa; motivo per il quale la quarta generazione si aprirà proprio con la versione wagon.

Più lunga del modello precedente di 22 mm e più larga di 15 mm, la nuova Octavia si pone con un coefficiente di frizione (cd) di 0,24 per la berlina (0,26 per la wagon) come una tra le automobili più aerodinamiche sul mercato. Caratteristica che oltre a favorire il gradimento estetico riduce il consumo di carburante e le emissioni di CO2.

Un’interessante novità è infatti la scelta di affidarsi a motori TDI e TSI di nuova generazione per abbassare i consumi, assieme all’adozione di motorizzazioni particolarmente eco-friendly a metano, ibride plug-in (una versione da 150 kW e una da 180), e anche con tecnologia mild-hybrid.

In abbinamento al cambio DSG a 7 rapporti, il tre cilindri 1.0 TSI da 110 CV e il quattro cilindri 1.5 TSI da 150 CV sono equipaggiati con motorino d’avviamento a 48-V comandato a cinghia e di una batteria da 48-V agli ioni di litio. Ciò permette la funzione di veleggio con il motore a combustione spento, il recupero di energia in frenata e il supporto al motore termico con un boost elettrico. Allo stesso modo, il motore si accende più silenziosamente. Tutti i motori a benzina montano un filtro anti-particolato.

I motori 2.0 TDI proposti per la versione diesel variano da 115 a 200 CV e utilizzano il twin dosing, un metodo che permette la riduzione delle emissioni di azoto dell’80% iniettando AdBlue ai due convertitori catalitici SCR che sono posizionati uno dopo l'altro.

Nella varietà G-Tec che arriverà nel 2020, invece, Octavia produce circa il 25% in meno di CO2, significativamente meno ossido di azoto (NOx) e nessun particolato carbonioso. La capacità totale dei tre serbatoi sarà di 17,7 kg, e in caso di necessità l’auto può sfruttare il serbatoio di benzina da 9 litri. OCTAVIA G-TEC berlina o Wagon sarà disponibile con cambio manuale a 6 rapporti o DSG a 7 rapporti.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS