Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

25
Mer, Mag
Advertisement

Ci stiamo abituando a usare parole e acronimi nuovi, che fino a qualche tempo fa ci sembravano difficili da calare nella realtà.

Dalla Conferenza sul clima Cop 26 emergono posizioni molto nette dell’Italia su argomenti di grande impatto per il mondo dell’energia e della mobilità: abbiamo aderito – ma solo come friend, lo step più lieve - al Beyond Oil and Gas Alliance (Boga), promosso da Danimarca e Costarica, che punta alla graduale eliminazione della produzione di petrolio e gas.

La Commissione europea ha adottato un pacchetto di proposte per rendere le politiche Ue in materia di clima, energia, uso del suolo, trasporti e fiscalità idonee a ridurre le emissioni nette di gas serra di almeno il 55 % entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990.

Strategia di Decarbonizzazione a Lungo Termine, Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), Next Generation EU, Piano Nazionale Energia e Clima.
Sono i provvedimenti economico ambientali più significativi per l’Italia, che influenzeranno sviluppo dei mercati e delle filiere, inquinamento di aria e acqua, raccolta differenziata e circolarità, salute e tutela delle risorse naturali.

Ci addentriamo sempre più nel 2021 con la consapevolezza delle numerose aspettative che ci accompagnano: sconfiggere il virus, avviare una solida ripresa economica, dare impulso al Paese grazie a un Recovery Plan eccellente, abbracciarci e sorridere senza mascherina.

Altri articoli...