Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

14
Lun, Ott
Advertisement
Advertisement

Ultime notizie

Griglia List

 

Dal 16 al 22 settembre si svolge la 18° edizione della European Mobility Week, la settimana europea della mobilità sostenibile, alla quale aderiscono oltre 2.200 città di 47 Paesi e più di 2.000 mobility actions. Tra queste c’è anche il 13° Ecorally San Marino Montegiardino Trofeo Energreen – insieme al 10° Ecorally Press, promosso da Assogasliquidi Federchimica e dal Consorzio Ecogas - la prima gara di regolarità riservata alle propulsioni alternative nata con l’obiettivo di promuovere e diffondere tecnologie e vantaggi della mobilità ecocompatibile.

Il GPL si conferma prodotto ecologico per fronteggiare i problemi del cambiamento climatico e della qualità dell’aria.

Il Presidente di Assogasliquidi (Federchimica), Arzà: “Si inseriscano nella Legge di Bilancio misure a favore del GPL per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni”.

 

Dopo aver introdotto i primi autobus interamente elettrici sulla lunga percorrenza, FlixBus, società leader del trasporto su gomma in Europa, avvia una collaborazione con Freudenberg Sealing Technologies per lanciare i primi autobus alimentati a idrogeno.

Si è chiusa il 7 giugno la Terza Conferenza Nazionale sui PUMS, i Piani Urbani della Mobilità Sostenibile, tenutasi a Roma dopo il successo delle edizioni precedenti, svoltesi a Bari nel 2017 e a Bologna nel 2018. La Conferenza è stata organizzata da Euromobility in collaborazione con il Comune di Roma, la Città Metropolitana di Roma, Roma Servizi per la Mobilità e la main sponsorship di Ferrovie dello Stato Italiane S.p.a.

Il ministro e il sottosegretario dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio e Davide Crippa hanno presentato, insieme al ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima 2030 (Pnec), strumento che dovrà guidare l’Italia verso la decarbonizzazione.

Maganetti - storico gruppo valtellinese di trasporto industriale - e la Cooperativa agrozootecnica Speranza firmano un accordo di filiera presso la sede del CIB (Consorzio Italiano Biogas) a Lodi per la produzione di biometano liquido proveniente da deiezioni animali e residui della produzione agricola. 

Le emissioni medie di CO2 delle auto di nuova immatricolazione in Europa sono in aumento, mentre il regolamento approvato dal Parlamento e dal Consiglio europeo alza ulteriormente l’asticella.

L’anno si apre con un provvedimento parziale e poco incisivo. Considerazione, questa, difficilmente attaccabile. L’auto ecologica, intesa come concetto, si è vista recapitare un provvedimento di incentivazione che per varie ragioni non può che essere irrilevante.

Sul parco circolante – presente e futuro – si reggono i bilanci degli Stati. Non è un’affermazione assurda: secondo le elaborazioni Acea, Associazione europea dei costruttori di automobili, nell’Europa a 15 (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia e Regno Unito, escludendo cioè i paesi entrati dopo il 1995) la tassazione sui veicoli a motore vale 413 miliardi di euro all’anno, circa tre volte il bilancio totale della UE. 

Matteo Salvini - Ministro dell'Interno con funzioni di Vice Presidente del Consiglio dei Ministri – parla ai microfoni di Automoto.it - media leader digitale del settore automotive in Italia - in occasione dell'Automotive Dealer Day a Verona.                                                                      

Dalle 12 di lunedì 8 aprile è attiva la piattaforma online – ecobonus.mise.gov.it – dove richiedere i contributi per l’acquisto di veicoli a ridotte emissioni, introdotti dalla Legge di Bilancio 2019, prevedono un incentivo a chi acquista, anche in locazione finanziaria, e immatricola in Italia dal 01/03/2019 al 31/12/2021 un veicolo di categoria M1 nuovo di fabbrica con prezzo da listino inferiore a € 50.000, Iva esclusa.

Rimini, 8 novembre 2018 - La Piattaforma Tecnologica Nazionale Biometano, coordinata da CIB, Consorzio Italiano Biogas, e CIC, Consorzio Italiano Compostatori, e partecipata da Anigas, Assogasmetano, Confagricoltura, Fise-Assoambiente, Legambiente, NGV Italy, Utilitalia, Snam e Italian Exhibition Group ha organizzato un convegno oggi a Rimini, all’interno della fiera Ecomondo, per ribadire la centralità del gas rinnovabile nella strategia Clima-Energia europea e nazionale.

In Italia circolano 3.611.664 autovetture alimentate grazie a propulsioni e carburanti alternativi. Di queste 2.409.840 (6,18% del totale circolante) sono a doppia alimentazione benzina – GPL, 945.184 (2,42) a doppia alimentazione benzina – Metano, 239.779 (0,61%) sono ibride benzina, 12.156 (0,03%) elettriche e infine 4.705 (0,01%) ibride gasolio.

Avis Budget Group Italia - l’azienda leader al mondo nella fornitura di soluzioni di mobilità - ha presentato a Milano le soluzioni sviluppate per l’intermobilità a minor impatto ambientale che consentano alle città italiane di sviluppare un modello di smart mobility di riferimento europeo.

Con vantaggi per Erario, sviluppo, ambiente e sicurezza

Un bonus di 2.000 euro più uno sconto di altri 2.000 euro a tutti coloro che nel 2019 compreranno una nuova auto e contestualmente rottameranno un usato di oltre 10 anni.

Con 178 voti a favore, l’Unione Italiana Giornalisti dell'Automobile ha scelto Renault Nuova Clio come migliore vettura prodotta e commercializzata in Europa. Sul podio salgono anche la Volvo V60 Cross Country e la Peugeot 508, che hanno ottenuto rispettivamente 78 e 75 voti dei 1161 espressi durante l'evento a Villa Tuscolana a Frascati (RM) che quest'anno si è esteso anche nella centralissima Piazza San Pietro con l'esposizione delle finaliste, della Maserati Levante Trofeo da 580 cv, della Ferrari F8 Tributo e di un prototipo di vettura a guida totalmente autonoma di livello 5, realizzata dalla bylogix di Torino sulla base della Citroen E-Mehari a trazione esclusivamente elettrica.

Si sono conclusi domenica 22 settembre in serata a San Marino con la cerimonia di premiazione il 13° Ecorally San Marino Montegiardino Trofeo Energreen e il 10° Ecorally Press, competizioni di regolarità su strada dedicate ai mezzi a basso impatto ambientale, che in Italia rappresentano il 9,26% del circolante autovetture.
Il percorso. I veicoli ecologici in gara, dopo le verifiche tecniche del pomeriggio del sabato, sono partiti a un minuto di distanza l’uno dall’altro alle 9.30 dal centro di Montegiardino, il più piccolo e più ecologico Castello della Repubblica di San Marino e hanno attraversato, in un susseguirsi di prove speciali, i Castelli di Acquaviva, Faetano e Fiorentino, oltre a raggiungere le pendici del Monte Titano e a percorrere il centro storico della città di San Marino, entrambi patrimonio dell'Umanità Unesco insieme al centro storico di Borgo Maggiore. I concorrenti hanno anche lasciato il territorio della Repubblica per salire allo storico borgo di Verucchio, culla della dinastia dei Malatesta, signori di Rimini.
Novità dell’edizione 2019, il torneo Duathlon Auto+Tiro con l’Arco, disciplina, quest’ultima, che vede gli arcieri di San Marino primeggiare nelle competizioni internazionali. Con il rientro a Montegiardino si è conclusa la gara.
I numeri. Si è trattato dell’Ecorally più breve, con circa 105 chilometri percorsi a basso impatto ambientale, ma questo ha consentito una partecipazione agevole anche ai veicoli elettrici. 2 le semitappe, 4 i controlli orari e 25 i pressostati.
I veicoli. L’edizione 2019 ha visto in gara mezzi elettrici, ibridi, mono, bifuel e dual fuel gassosi (GPL e metano), biocarburanti, idrogeno divisi in quattro gruppi: Gruppo S Classe A – Auto Elettrica e Elettrica ibrida plug-in; Gruppo M Classe B – Auto a Metano, a GPL, a Biocarburanti e Classe C - Auto Ibride non plug-in; Gruppo R Classe D – Auto a Idrogeno e Classe E – Auto a Idrogeno Fuel Cell; Gruppo O Classe F - Moto Elettrica e Classe G - Moto a Metano e GPL.
Classifiche e premiati. Per il 13° Ecorally, primi classificati Corrado Marzi e Maria Luisa Menicucci, Regolaristi Sammarinesi, su Alfa Romeo Brera a GPL, secondi classificati Massimo Liverani e Fulvio Ciervo, Montecarlo Engineering Racing Team, su Alfa Romeo Giulietta 1.4 TB a GPL, terzi Lukasz Nytko e Artur Najder, Nytko Motorsport, su Toyota Yaris Hybrid E95. La classifica è valida anche per la Coppa FAMS Energie Alternative e Rinnovabili per Conduttori e Navigatori.
Il 10° Ecorally Press, in collaborazione con Assogasliquidi/Federchimica e Consorzio Ecogas, nel quale gareggiano equipaggi composti da giornalisti, vede sul podio più alto Roberto Chiodi, La Repubblica, alla guida di una Lancia Ypsilon GPL, navigatore Remo Chiodi, secondi Andrea Cauli e Marco Perugini, ACI - L'Automobile, su Hyundai Ioniq ibrida plug-in, terzi Paolo Benevolo e Fabrizio Giamminuti, ACI - Onda Verde, su Ford Mondeo Hybrid.
Il Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Ecomobile, è stato consegnato al giornalista Marco Perugini, ufficio stampa ACI, per il progetto europeo GREEN CAP, del quale l’Automobile Club d’Italia è capofila. Il progetto è volto alla valutazione e alla promozione degli standard di efficienza ambientale delle auto.
Il Trofeo Duathlon, auto più tiro con l’arco, è stato attribuito, ex aequo, agli equipaggi Cauli/Perugini e Nytco/Najder.
Le classifiche complete sono disponibili su www.ecorally.eu.

“Iniziative interessanti come l’Ecorally dimostrano che i carburanti alternativi, e in particolar modo il GPL, non sono positivi solamente dal punto di vista ambientale e per raggiungere i target di riduzione delle emissioni di CO2 e di rispetto della qualità dell’aria, ma anche a livello prestazionale e tecnico”, ha dichiarato Andrea Arzà, Presidente di Assogasliquidi, l’associazione di Federchimica che rappresenta il settore dei gas liquefatti GPL e GNL. “Le auto a GPL sono vincenti da tutti i punti di vista: sia nella disponibilità del carburante, con circa 4.200 distributori presenti in ogni parte d’Italia, sia a livello ambientale, con emissioni di gran lunga inferiori ai carburanti tradizionali, sia a livello economico, con una spesa decisamente più bassa rispetto ai tradizionali e, appunto, anche a livello di prestazioni della vettura”, ha concluso Arzà.
“Abbiamo aderito all’Ecorally San Marino fin da suo esordio in quanto siamo convinti che anche le azioni dimostrative e simboliche come questa, che ben si inserisce nel quadro della Settimana Europea della Mobilità, siano importanti per diffondere le buone pratiche di sostenibilità”, ha affermato Alessandro Tramontano, Presidente del Consorzio Ecogas, rappresentativo del settore del GPL e del metano per auto. “GPL e metano offrono e continueranno ad offrire un importante contributo per migliorare la qualità dell’aria, insieme ad altre alimentazioni e propulsioni a basso impatto ambientale, e hanno un futuro rinnovabile di sicuro interesse, grazie al biometano e in prospettiva al bioGPL”.
“San Marino” ha sottolineato Luciano Zanotti, Presidente Associazione Aziende Energia Rinnovabile San Marino “è molto attiva per quanto riguarda l’energia rinnovabile e la mobilità sostenibile. Basti pensare che le colonnine di ricarica per le auto elettriche, e quindi anche quelle a disposizione delle auto in gara, forniscono elettricità che proviene dal fotovoltaico grazie al fotovoltaico a distanza. A San Marino, infatti, sono operativi circa 1400 impianti fotovoltaici che, grazie alla innovativa legge che prevede un credito energetico riferito alla corrente non utilizzata dal produttore, consentono di mettere a disposizione una riserva energetica di circa 2 MWH. Tale riserva è utilizzabile dalle colonnine di ricarica. Questo permette di ricaricare le auto esclusivamente con energia verde prodotta in eccesso dai fotovoltaici sammarinesi.”

L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive, il patrocinio di AER.SM, Associazione Aziende Energia Rinnovabile San Marino, della Giunta di Castello di Montegiardino e delle Segreterie di Stato Territorio e Ambiente, Turismo e Cultura della Repubblica di San Marino.
Numerosi i partner tecnici e non che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, location e strutture. Tra questi il main sponsor Energreen di San Marino, che ha fornito i punti di ricarica per i veicoli elettrici in gara, BRC Gas Equipment, Lampogas, Punto Gas, Slime, Vincenzo Catarsi Mare - Calafuria, Zannoni Carburanti e Zavoli.
L’evento è organizzato in conformità con il Codice Sportivo Internazionale FIA (Federazione internazionale dell’Automobile); la gestione tecnico-regolamentare è a cura della F. A. M. S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F. S. Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

Da giovedì 26 settembre a sabato 28 Milano ospita, negli spazi interni ed esterni di Palazzo Lombardia, la terza edizione di e_mob, il Festival dell’eMobility.

Esposizione, convegni, tavole rotonde, test drive, una tre giorni di parole per rendere concreta la mobilità a emissioni zero e per scoprire come muoversi nel rispetto dell’ambiente. E con tanti appuntamenti da vivere divertendosi.

Tre Polo TGI - due alimentate con biometano prodotto dall’impianto IREN di Roncocesi (RE), l’altra con comune metano fossile - fanno parte di una sperimentazione voluta dalla Società Consortile dell’Emilia-Romagna ART-ER, dalla Società multiservizi IREN e da Volkswagen Italia nell'ambito del progetto Biomether. L'accordo è stato presentato oggi a Reggio Emilia. Verifiche periodiche condotte dai tecnici dell’ENEA monitoreranno emissioni, consumi ed effetti dei due carburanti sulla meccanica delle vetture. Obiettivo, dimostrare la sostenibilità del biometano come alimentazione a basse emissioni e con ridotto impatto sulla qualità dell’aria.

Nella fase di transizione verso la mobilità a zero emissioni totali, spiega Volkswagen, coesisteranno sempre di più diverse tipologie di trazione; il metano può giocare un ruolo chiave grazie al suo elevato potere energetico e alla possibilità di essere generato da processi che rispettano l’ambiente. Uno dei maggiori vantaggi delle vetture a metano, infatti, consiste nella possibilità di alimentarle non solo con gas fossile, bensì anche con carburanti alternativi, quali ad esempio il biometano ottenuto da fonti rinnovabili. Se si effettua il rifornimento esclusivamente con questo carburante, sottolinea Volkswagen, le auto producono circa l’80% di CO2 in meno rispetto a quelle alimentate a benzina.

Il progetto Biomether
Cofinanziato da Unione Europea e Regione Emilia-Romagna, ha dato avvio alla filiera del biometano in Emilia-Romagna attraverso due impianti dimostrativi, da biogas di discarica e da fanghi di depurazione. Per analizzare l’impatto dell’utilizzo diretto del biometano come combustibile per auto, Volkswagen Italia ha messo tre Polo TGI a disposizione di Biomether. Due di queste verranno alimentate esclusivamente con il biometano prodotto dall’impianto da fanghi di depurazione gestito dal Gruppo IREN a Roncocesi (RE), mentre la terza, alimentata con il metano fossile erogato dai comuni distributori commerciali accessibili al pubblico, servirà a titolo comparativo. Le tre Volkswagen Polo TGI saranno monitorate dall’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile ENEA.
Questa verificherà le emissioni (CO, CO2, idrocarburi totali, NOX), i consumi e le condizioni del motore con appositi test a banco. Sono previsti tre momenti di prova: il primo all’avvio della sperimentazione, il secondo dopo circa 15.000 km percorsi e quello finale al raggiungimento dei 30.000 km. I risultati permetteranno di verificare la sostenibilità del biometano nel trasporto come soluzione per una mobilità a basse emissioni di carbonio e con ridotto impatto sulla qualità dell’aria.

La Polo TGI e le altre Volkswagen a metano
Le Polo TGI protagoniste della sperimentazione sono mosse da un 1.0 tre cilindri che sviluppa 90 CV ed eroga la sua coppia massima di 160 Nm già a 1.800 giri e fino a 3.800 giri. La Polo TGI accelera da 0 a 100 km/h in 11,9 secondi e raggiunge la velocità massima di 183 km/h. Nel ciclo WLTP, i consumi sono pari a 3,9-4,0 kg/100 km di
metano, equivalenti a 105-109 g/km di CO2.
La gamma a metano della marca Volkswagen include altri due modelli: la eco up! 1.0 68 CV e la Golf 1.5 TGI 130 CV. Si tratta di una tecnologia che coniuga efficienza, risparmio e rispetto dell’ambiente: un’automobile alimentata a gas metano fossile, infatti, emette circa il 25% in meno di CO2 rispetto a una a benzina, in ragione della bassa componente di carbonio nel gas naturale e della sua maggiore capacità energetica. Inoltre, la combustione del metano produce meno monossido di carbonio (CO) e ossidi di azoto (NOX), oltre a quantità minime di particolato. La normativa italiana classifica i modelli Volkswagen a metano come veicoli cosiddetti “monovalenti”. Questa omologazione comporta agevolazioni fiscali quali l’esenzione parziale (75%) o totale dalla tassa automobilistica. Inoltre, le normative locali escludono nella maggior parte dei casi le auto alimentate a gas metano dai blocchi del traffico.

Ok definitivo dal Consiglio Ue

Il Consiglio Ue ha approvato definitivamente nuovi limiti per le emissioni di CO2 di auto e furgoni.

Per contenere il riscaldamento globale

Limitare il riscaldamento globale a 1,5°C richiede cambiamenti rapidi, lungimiranti e senza precedenti in tutti gli aspetti della società.

L’Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo presenta EICMA FOR KIDS, progetto itinerante promosso da EICMA – Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori - in collaborazione con Regione Lombardia e Federazione Motociclistica Italiana, per raccontare ai bambini dai 4 agli 11 anni il mondo delle moto e delle biciclette.

Hyundai Italia presenta l’App Hyundai Assistenza Stradale - realizzata in collaborazione con ACI Global e SARA Assicurazioni - strumento per richiedere il soccorso stradale immediato 24 ore su 24.

ACI lancia la campagna #rispettiamoci al Giro d’Italia, condivisa con la Federazione Ciclistica Italiana e il Comitato nazionale per la sicurezza stradale.

Il portale automotive SicurAUTO.it, ha realizzato un'inchiesta sui costi di manutenzione che deve affrontare chi sceglie un'auto elettrica o un'auto ibrida. I risultati sono stati presentati ad Autopromotec, la biennale dell'aftermarket automobilistico, in collaborazione con il Gruppo Rhiag.

Metano autotrazione Italia, un settore in continua evoluzione

Osservando lo scenario italiano del metano per autotrazione risulta evidente come sia protagonista di un grande fermento. Evoluzione che va oltre la rete distributiva, composta da 1361 punti vendita (di cui 46 autostradali).

Il sistema Sequent SDI 2.0 destinato alla trasformazione a GPL di vetture ad iniezione diretta di benzina si è evoluto ed è ora applicabile anche alla conversione dei motori FireFly che alimentano le Fiat 500X 3 cilindri.

Dopo, nell’ordine, il “primo decalogo” delle associazioni ambientaliste italiane, non tutte per la verità, l’annuncio della “triplice” (brutto nome evocativo) di Oica, Eutoelectric e la nota ONG T & E, che fa da porta “bandiera”, tesa, usando un termine gentile, a delegittimare gli aspetti ambientali del metano; l’intervento di E-Motus contro un possibile utilizzo delle trasformazioni a gas (metano e Gpl) ventilato dal rappresentante del Ministero dell’Ambiente; l’operazione “togliamo di mezzo il gas metano” non poteva non trovare logica conclusione che con il “nuovo decalogo” di Legambiente con le proposte di aumentare l’accisa sul metano per autotrazione.

Un nuovo intervento dell’avvocato Bonaventura Sorrentino dello Studio legale e tributario Sorrentino Pasca Toma, specializzato in problematiche legate al settore energetico e petrolifero, che approfondisce ulteriormente la tematica dell’incentivazione del biometano e della relativa regolamentazione nelle imposte dirette.

Biometano sempre più protagonista, soprattutto dopo l’entrata in vigore del nuovo decreto che ne incentiva la produzione per l’utilizzo nei trasporti.

Sotto l’indiscutibile eccellenza della sua proposta enogastronomica, la passione per le due e le quattro ruote viaggiano in lungo e in largo per il territorio emiliano. Destinazione Turistica Emilia - area turistica che comprende i territori di ParmaPiacenza e Reggio Emilia – è il tragitto ideale per gli appassionati delle due e quattro ruote.

Il dual fuel è davvero economico oltre che essere ecologico?

Nel 2008 riuscimmo a dimostrare che era possibile andare dall’Italia alla Cina usando solo il GPL. Dieci anni dopo abbiamo deciso di complicarci la vita e tentare un’impresa più difficile: lo stesso viaggio usando il metano come carburante principale.

Nikolay Balandinsky e Alexandr Morozov, due intrepidi viaggiatori russi hanno deciso di intraprendere un itinerario che da sempre affascina milioni di persone: il giro del mondo. 

Agenda

ECOMOBILE 138

138 cop

Advertisement