Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

17
Mer, Lug
Advertisement

Emissioni auto: l’UE propone controlli più rigidi anche per le vetture usate

Flash News
Tipografia

L’UE ha recentemente annunciato una vera e propria rivoluzione in materia di controllo delle emissioni delle auto. Infatti, dal primo gennaio 2019, i test che misurano i livelli di inquinamento saranno ancora più stringenti sia per le auto diesel che per quelle a benzina.

Simili interventi sono necessari per cercare di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, in Europa 9 cittadini su 10 sono esposti a livelli eccessivi di inquinamento che causano circa 400 mila morti premature all’anno. 

I test coinvolgeranno anche le auto già circolanti

I nuovi controlli verranno svolti anche su auto usate ed in “condizioni di guida reale”: le auto, infatti, non saranno guidate da collaudatori preparati per i test che potrebbero alterare con le loro conoscenze i risultati dei controlli, ma da guidatori comuni come ognuno di noi.

L’obiettivo di questa dura linea europea, come affermato dalla commissaria al mercato interno Elzbieta Bienkowska, è quello di "proteggere meglio l'ambiente, la salute e ripristinare la fiducia dei consumatori, incentivando ulteriormente un rapido cambiamento verso i veicoli a zero emissioni". I test potranno essere inoltre svolti dalle varie case automobilistiche, da laboratori e centri indipendenti, oppure direttamente dalla commissione UE.

Tolleranza zero per le emissioni

La linea europea per la sicurezza ambientale sta andando verso una durezza senza precedenti, tanto è vero che già oggi il livello di tolleranza tra emissioni misurate nei test e quelle in condizioni di guida reale è sceso da 1,50 a 1,43. Esso verrà ulteriormente abbassato nel 2019 fino ad arrivare poi entro il 2023 ad un valore pari a 1, il che significa tolleranza zero.

Le novità della manutenzione ordinaria per migliorare l’ambiente

Dal 2021 è stato previsto inoltre l’obbligo per gli automobilisti di dotare le proprie autovetture di un dispositivo che monitori il consumo di carburante. Esso è finalizzato infatti a fornire indirettamente informazioni circa le emissioni di CO2 attraverso l’analisi dei consumi di benzina e diesel.

Uno degli obiettivi è sicuramente quello di ridurre il numero di automobilisti che non effettuano la manutenzione ordinaria che, dati alla mano, nel nostro paese sono circa 3 milioni, pari al 12% degli automobilisti in totale. Secondo uno studio dei ministeri dello Sviluppo Economico, dell’Ambiente e delle Infrastrutture e Trasporti, una corretta manutenzione dell’autovettura, unita a uno stile di guida adeguato, aiuta a ridurre le emissioni di CO2 del 10-15%, migliorando allo stesso tempo la sicurezza sulla strada. In questo senso, l’utilizzo di piattaforme online per richiedere preventivi per la manutenzione dell’auto e prenotare l’intervento in officina, come CercaOfficina.it, sono un mezzo efficace per assicurarsi che la propria auto sia sempre in perfetta forma.

Altre novità riguardano la revisione

Sulla stessa lunghezza d’onda delle recenti misure, è stata emanata tempo fa una direttiva europea molto stringente legata alla revisione dell’auto che, in Italia, entrerà in vigore il 20 maggio.

Lo scopo è quello di armonizzare a livello europeo i criteri di valutazione delle auto per garantire una maggiore regolarità, sicurezza ed imparzialità. Il nuovo regolamento delle revisioni entrerà e introdurrà un attestato cartaceo, il quale dovrà certificare e descrivere il reale stato del veicolo. Inoltre, il Ministero dei trasporti invierà anche dei propri ispettori per effettuare controlli sulle revisioni nei centri autorizzati. Rimangono invece immutate le tempistiche della precedente normativa relative alle scadenze della revisione per cui resta obbligatorio effettuarla nei tempi stabiliti dalla legge - sono previste, infatti, multe salate per chi circola con un’autovettura sprovvista di revisione.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS