Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

28
Sab, Gen
Advertisement

Oltre la zona sicura, nuovo album di Alan Sorrenti

Musica
Tipografia

Alan Sorrenti torna sulla scena a 19 anni da Sott’acqua del 2003 e parla di amore per la vita e l’ambiente.


Oltre la zona sicura, questo il titolo del cd e del vinile usciti il 14 ottobre, è un inno alla vita e un invito a goderne, lontani dalla comfort zone e nel rispetto di una natura sempre più minacciata: la settima traccia, Greta, è dedicata a Greta Thunberg e al suo impegno per la salvaguardia dell’ambiente. La produzione è di Stefano Ceri, artista in vista nella scena musicale italiana e collaboratore di cantanti come Mahmood, Frah Quintale, Coez. I brani sono scritti da Sorrenti, tranne Inversione di tendenza, nato dalla collaborazione con Alex Bagnoli. Copertina di Marcello Mosca, in arte Marcy.
Oltre la zona sicura è dedicato a tutti quelli che vivono per evolversi, a tutti coloro per i quali la via verso casa non è la via del ritorno. Se sei un viaggiatore e non un turista capisci cosa voglio dire. Il viaggiatore va ma non sa se ritorna. Afferma il cantante. Il mio album non è una raccolta di brani, ogni traccia è un’emozione, una visione, il taglio di un abito, che tu indossi a seconda che ti stia imbarcando per una traversata transoceanica, o sorseggiando un drink mentre ammiri il tramonto, o in cerca della libertà in Costa Rica, o della luce magica a Piazza Farnese, e subito dopo ti trovi ad un raduno nella Foresta Nera ad ascoltare Greta ed il riscaldamento globale, oppure per l’ennesima volta, stai a lottare con le onde invece di farti cullare da esse, oppure infine – sì ammettiamolo – sei anche sul punto di tornare indietro, ma non si può, perché hai varcato il confine, perché sei oltre la zona sicura.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS