Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

17
Sab, Apr
Advertisement

Le auto più verdi secondo Green NCAP

Flash News
Tipografia

Sono 25 le vetture oggetto della quinta serie di test Green NCAP, volti a rivelare emissioni e consumi reali delle auto in commercio e il loro impatto sull’ambiente.

Le vetture in esame, di cui 13 con motore a benzina (12 convenzionali e 1 ibrida), 7 diesel, una alimentata ad idrogeno, una completamente elettrica (Bev) e 3 con tecnologia ibrida plug-in (Phev), sono state valutate in base ai seguenti parametri: emissioni nocive (Clean Air Index - Ca); efficienza energetica (Energy Efficency Index - Ee) e emissioni dei gas serra climalteranti (Greenhouse Gas Index - Ghg).
Il punteggio massimo è stato raggiunto dall’auto elettrica VW ID.3 e da quella ad idrogeno Hyundai Nexo che hanno registrato zero emissioni a livello di scarico.
Per la categoria dei veicoli elettrici ibridi plug-in le valutazioni partono dalle 2 stelle della Mitsubishi Outlander, segue la Kia Niro con 3,5 stelle, per arrivare alle 4 stelle della Toyota Prius. Nella valutazione Green NCAP il viaggio inizia con la batteria completamente carica e termina con la batteria scarica, tenendo conto dell’autonomia elettrica. Analizzando i risultati ottenuti si può concludere che i veicoli elettrici ibridi plug-in si equivalgano alle alimentazioni tradizionali o in alcuni casi risultino migliori, le differenze sono da attribuire alla massa, alle dimensioni, all’aerodinamica e alle non ottimali soluzioni per la parte elettrica.
Tra le auto cosiddette "tradizionali" raggiungono le 3,5 stelle la Škoda Octavia, (alimentata da un motore diesel convenzionale), la VW Golf (con motore a benzina) e l’ibrida a benzina Toyota Yaris. La valutazione più bassa è stata invece ottenuta dalla Hyundai Tucson con motore diesel.
Si confermano le buone performance dei motori diesel di ultima generazione nella valutazione del Clen Air Index, dove 4 modelli (BMW X1, Seat Leon, Skoda Octavia e Volvo XC60) ottengono punteggi tra 6,7 e 6,9 su un massimo di 10, risultando inferiori solo ai veicoli a zero emissioni (quello elettrico e quello ad idrogeno).
Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI (Automobile Club Italia), osserva come i test Green NCAP abbiano evidenziato la maggiore sostenibilità delle alimentazioni elettriche e ad idrogeno, senza tralasciare i buoni risultati raggiunti dai motori a combustione tradizionale di ultima generazione. A metà strada, nell’analisi di Sticchi Damiani, si collocano i veicoli ibridi che, in questa fase di transizione, possono facilitare il passaggio alle tecnologie a zero emissioni.
Di seguito la classifica completa, dalla prima all’ultima posizione, stilata da Green NCAP.
5 stelle: Hyundai Nexo e VW ID.3
4 stelle: Toyota Prius
3,5 stelle: Kia Niro, Skoda Octavia, Toyota Yaris, VW Golf
3 stelle: Audi A3, Citroen C3, Seat Leon, Skoda Fabia
2,5 stelle: Bmw 118i, Dacia Sandero, Fiat Panda, Ford Kuga, Honda Civic, Maxda Cx-30, Mercedes A 180, Mini Cooper, Opel Corsa
2 stelle: Bmw X1, Mitsubishi Outlander, Volvo XC60
1,5 stelle: Hyundai Tucson e Land Rover Discovery Sport

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS