Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

29
Dom, Nov
Advertisement

I Ministri Costa e Di Maio all’inaugurazione della digital edition di Ecomondo e Key Energy: sostenibilità e impresa per il Recovery plan

Eventi
Tipografia

Mercato e tecnologie innovative su piattaforma digitale per lo sviluppo della Green Economy. Con questo tema si sono presentate il 3 novembre Ecomondo e Key Energy 2020 di Italian Exhibition Group, in edizione digitale. Fino al 15 novembre porteranno alla ribalta le eccellenze produttive del Paese, ben quattrocento aziende, con un calendario di 140 convegni scientifici e di politica economica.

 

I due saloni, che avrebbero dovuto svolgersi in presenza, punti di riferimento internazionali per l’economia circolare e le energie rinnovabili, si sono aperti a Rimini con interventi in diretta streaming, tra cui quello del Presidente di IEG Lorenzo Cagnoni, che ha sottolineato che nonostante il 2020 sia un anno difficile, la risposta di circa 400 aziende è molto positiva.

Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha ricordato che occorre che Governo e Regioni affianchino e premino i comuni che intraprendono un percorso dove rifiuti, tutela dell’acqua, rischio idrogeologico, sono asset che entrano nello sviluppo, come è avvenuto in Romagna.

A tal proposito Elly Schlein, vicepresidente della Regione Emilia-Romagna ha detto che da Ecomondo e Key Energypuò arrivare un contributo straordinario, utile all'intero Paese per abbracciare una svolta necessaria, e che la Regione sta scrivendo assieme a sindacati, associazioni datoriali, terzo settore e associazioni impegnate nel patto per il clima, un documento che delinea una visione strategica tenendo insieme ripresa e occupazione di qualità con due aspetti fondamentali: la decarbonizzazione prima del 2050 e passare entro il 2035 a energie pulite.

Il professor Fabio Fava, Presidente del Comitato scientifico della manifestazione di IEG anticipa che si parlerà di ricerca e innovazione, di aspetti normativi e di policy nel quadro del Green Deal europeo, facendo attenzione all’ impatto che la pandemia ha prodotto sul nostro patrimonio costruito e naturale.

L’Europa, come dice il Presidente del Comitato scientifico di Key Energy Gianni Silvestrini , ha alzato i suoi obiettivi sulle emissioni di gas climalteranti al 55%. Questo obiettivo per l’Italia significa, per esempio, triplicare il fotovoltaico e cogliere l’opportunità per rafforzare dal punto di vista industriale la mobilità elettrica, gli elettrolizzatori per idrogeno, il fotovoltaico, l’offshore eolico.

L’impulso all’internazionalizzazione di Ecomondo e Key Energy – ha detto Roberto Luongo Direttore di ICE – con 350 tra buyer e giornalisti esteri e 1250 incontri, è fondamentale per rendere noto che l’Italia è leader mondiale nelle tecnologie verdi, aspetto fondamentale del nostro sistema industriale, ma da promuovere e far conoscere. Insomma, quale palcoscenico mondiale migliore di Ecomondo e Key Energy?

Lo ha affermato anche il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, sottolineando che Ecomondo e Key Energy sono manifestazioni che presentano tecnologie dove l’Italia è all’avanguardia e sistemi che moltiplicano posti di lavoro e ricchezza. Ha anche ricordato che le imprese che scelgono la sostenibilità sono più competitive nei mercati esteri, che il Governo punta in questa direzione e che la Farnesina è impegnata nel potenziamento di fiere internazionali come Ecomondo e Key Energy.

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa conclude che creare valore economico e occupazione, ridurre il rischio sanitario e ambientale, far sì che i cittadini si sentano attori principali del cambiamento è il percorso che il Governo immagina per il Recovery Plan, la sfida dell’anno prossimo.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS