Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

01
Ven, Lug
Advertisement

Rav4, con Autogas è ancora più green

GPL
Tipografia

Un concentrato di tecnologie la Rav4, Suv presentata da Toyota nel 1994 e giunta alla quinta generazione dopo avere venduto oltre 8,5 milioni di esemplari in tutto il globo.

Un modello ricco di dispositivi innovativi che abbiamo provato nella versione Hybrid 2.5 Active 2WD con un sistema GPL altrettanto moderno, il PJ+ di Autogas Italia.

ORIGINALE FUORI, PRATICA DENTRO
Rav4 è una Suv medio-grande (è lunga 460 cm e larga 186 cm) dal design spigoloso reso originale dai molti dettagli stilistici, compresi quelli pensati per ottimizzare l’aerodinamica come lo spoiler sopra il lunotto. Curato pure l’abitacolo, spazioso per cinque adulti, con materiali e finiture di buon livello. La strumentazione di facile lettura include l’indicatore istantaneo della potenza usata e recuperata ed è integrata dal display 8” del sistema infotainment con comandi vocali. Intuitivi i tasti concentrati nella consolle e sul volante, con il commutatore/indicatore del livello del GPL ben visibile a sinistra della plancia. La capacità del capiente bagagliaio (580 litri, 1.690 ripiegando il divano) rimane invariata con l’adozione del serbatoio del gas da 58 litri lordi sotto il piano di carico, che allunga l’autonomia di oltre 700 km.

COMODA E SICURA
Alla guida si apprezzano la comoda posizione rialzata, il comfort acustico e quello conferito dall’assetto morbido delle sospensioni. Impostazione che influisce sul rollio sui percorsi misti, ma senza compromettere tenuta di strada e stabilità, sempre eccelse. Alla sicurezza concorrono i dispositivi elettronici del pacchetto Toyota Safety Sense 2.0, come la frenata automatica d’emergenza capace di vedere anche pedoni e ciclisti, il cruise control adattativo e il sistema di mantenimento corsia. In città la guida è piacevole, merito della fluidità del cambio, della spinta del motore elettrico e della buona visibilità, con quella posteriore supportata da retrocamera e sensori di parcheggio. Sulle extraurbane e in autostrada si apprezzano comfort, sterzo diretto e preciso e l’efficienza della tecnologia hybrid.

IBRIDA CON DOPPIA INIEZIONE
Il sistema ibrido della Rav4 è costituito dal motore a benzina 2.5 VVT-iE con ciclo Atkinson, 176 CV e 221 Nm, e da un’unità elettrica 88 kW e 202 Nm. La potenza complessiva di 218 CV consente una velocità di 180 km/h e di accelerare a 0-100 km/h in 8,4”, seppure la dote migliore è la fluidità di marcia ideale per una guida rilassante. Penalizza la guida sportiva il cambio E-Cvt a variazione continua, poco efficace nelle forti accelerazioni. Temperamento invariato con l’alimentazione GPL grazie all’impianto PJ+ di Autogas Italia, con 8 iniettori, 4 per il sistema iniezione diretta e 4 per quella indiretta, per replicare la doppia alimentazione sviluppata da Toyota per incrementare prestazioniridurre le emissioni. Kit comprensivo di centralina evoluta, che legge i dati del dispositivo originale e gestisce due circuiti di iniezione e lo spegnimento durante il funzionamento elettrico. L’esito sono prestazioni immutate con l’alimentazione GPL e una maggiore efficienza riscontrabile dai dati dei consumi.

CONSUMA E INQUINA POCO
Rav4 consuma nel ciclo combinato WLTP 5,6 l/100 km, dato ottimo per un modello di 1.680 kg grazie all’efficienza del sistema full hybrid capace di sfruttare con efficacia la trazione elettrica per le ripartenze e percorrere tratti a zero emissioni. Il consumo reale medio di 7,0 l/100 km con il gas si traduce in 6,0 l/100 km di GPL più 0,5 l/100 km di benzina. Dati, se confermati, che consentono una forte riduzione dei costi, da 0,124 a 0,058 euro/km (0,049 di GPL e 0,009 di benzina). Delta di 0,066 euro/km utile per recuperare il costo dell’impianto (2.000 euro circa) in poco più di 30.000 km. Si riducono pure le emissioni di gas serra e inquinanti, con le prime in calo da 126 grammi/km a circa 105 e le seconde, già molto basse (gli NOx son inferiori del 96% rispetto al limite di legge), in ulteriore flessione grazie alla composizione chimica del GPL.

UNA BASE DAGLI ALTI CONTENUTI
Active, allestimento base, costa 36.850 euro con dotazione piuttosto completa5 anni di garanzia. Di serie tra l’altro cerchi in lega, volante in pelle, clima bi-zona, 7 airbag e sensori per l’accensione automatica di luci Led e tergicristalli.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS