Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

19
Mar, Ott
Advertisement

500 elettrica, divertimento green

Hybrid Electric
Tipografia

La 500 del 1957 motorizzò l’Italia del boom economico, la Nuova 500 elettrizza il Bel Paese favorendo un “boom verde”, tanto atteso quanto necessario per le sorti del Pianeta.
Auspicio confermato con l’immediata conquista del vertice della classifica vendite elettriche in Italia e giustificato anche dalla qualità della variante Cabrio con allestimento Icon in prova

.


DESIGN PLURIPREMIATO

Il design, derivato dall’apprezzata seconda generazione del 2017, si è aggiudicato diversi premi, come il Red Dot Award e Migliore cabrio dell’anno. In realtà, rispetto alla 2G il 96% dei componenti e molti dettagli estetici sono inediti, come il frontale con logo 500, i fari Led con sopracciglio, le maniglie a filo carrozzeria o le frecce laterali sporgenti. Gli ingombri crescono di 6 cm (è lunga 3,63 e larga 1,75 metri) a vantaggio dell’abitabilità.
Ottimo il comfort anteriore, merito di poltrone ampie e assenza della leva cambio, sostituita da 4 tasti (P, R, N, D). Finiture e materiali di qualità, la plancia gradevole e pratica grazie al display da 10,25” del sistema di infotainment Uconnect 5 comprensivo di navigatore e utile come visore per la retrocamera.
I comandi sono disposti in modo razionale con la maggior parte delle funzioni accessibili dai tasti al volante, compresa la regolazione della radio dietro le razze. Piace il cruscotto digitale configurabile nella grafica e nelle informazioni visualizzate, incluse quelle relative all’indicatore del consumo (e del recupero) di energia istantanea. Contenuti gli spazi posteriori e per i bagagli: 185 litri sufficienti per riporre la spesa, i cavi di ricarica e il kit di riparazione rapida dello pneumatico, questi ultimi sotto il piano di carico.


SI VIAGGIA CON AMARCORD

L’accesso e l’accensione sono keyless e l’unico suono percepito in partenza sono le note di Amarcord di Nino Rota per l’omonimo film di Fellini, qui a fungere da avvisatore acustico per i pedoni, d’obbligo sulle elettriche fino ai 20 km/h. Il motore risponde con prontezza grazie alla coppia (220 Nm) disponibile da 0 giri/minuto e agli 87 kW di potenza che agevolano accelerazioni da sportiva: 3,1” da 0 a 50 km/h, 9” per il classico 0-100 km/h.
La velocità limitata a 150 km/h scende a 80 km/h con la modalità Sherpa pensata per preservare l’energia delle batterie con riduzione della potenza erogata, disattivazione del clima e incremento della frenata rigenerativa che rende superfluo il pedale del freno. Opzione attiva pure con la modalità Range: non influisce sulle prestazioni, è comoda per guidare in città e per affrontare le discese sfruttando il “freno motore” al rilascio del pedale dell’acceleratore.
La funzione sparisce lasciando la Nuova 500, procedere per iner- zia con la terza modalità Normal più simile alla guida di un’auto tradizionale e capace di sfruttare tutte le doti dell’unità elettrica.


COMODA IN CITTÀ, SOAVE IN OPEN AIR

Agile e comoda in città per gli ingombri mini, la silenziosità e la fluidità di guida, è divertente nel misto grazie allo sterzo leggero e diretto e a un’ottima dinamica conferita da un assetto rigido, ma efficace nell’assorbire buche e asperità. Aiuta il baricentro basso e l’efficace distribuzione dei pesi (52:48) ottenuta inserendo le batterie sotto il pianale in posizione centrale. L’esito sono tenuta di strada e stabilità di alto livello e un piacere di guida elevato, soprattutto viaggiando in open air. Benessere che permane in autostrada alla guida semiautonoma di Livello 2 con, tra l’altro, cruise control adattivo con frenata d’emergenza e mantenimento della corsia.


UN’AUTONOMIA DI 320 KM

Autonomia, assicurata da batterie 42 kWh (37,3 effettivi), è di 320 km nel ciclo misto WLTP e di 436 km in città. Il consumo medio dichiarato è di 14,7 kWh/100 km, non lontano dal 15,0 kWh/100 km ottenuto in prova su percorso urbano ed extraurbano, ma con un record di 10,8 kWh/100 km in città pari a una percorrenza di 350 km, con guida accorta e modalità Normal, migliorabili con l’uso di Range e Sherpa. Per la ricarica abbiamo optato per quella a 2,3 kW che richiede 15 ore da 0 al 100%. Riduce i tempi basta la colonnina da 11 kW (4 ore, 0-100%) o la presa di ricarica CCS Combo 2 collegata a un “distributore” a corrente continua con potenza fino a 85 kW (35 minuti, 0-80%).

CON LA ROTTAMAZIONE RISPARMIO IMMEDIATO


In tema di costi*, la nostra prova è risultata gratuita grazie ai servizi di ricarica messi a disposizione dai centri commerciali. Con la ricarica domestica avremmo speso 0,0345 euro/km, con quella pubblica 0,0675 euro/km. Valori di interesse considerato che la 500 Hybrid a benzina con un consumo reale di 4,5 l/100 km ha un esborso di 0,073 euro/km. Volendo fare un raffronto monetario (in realtà 500 e Nuova 500 sono molte diverse, anche come allestimenti, e non sarebbero paragonabili), tra le Cabrio Icon elettrica e 500 Hybrid Dolcevita la differenza di 10.300 euro di listino appare difficile da colmare. Per contro, con l’incentivo da 6.000 euro la parità arriva a circa 100.000 km, mentre è, di fatto, immediata con l’agevolazione con la rottamazione: il divario di 300 euro si recupera in 8.000 km, meno considerando i risparmi extra come l’esenzione del bollo per 5 anni e i benefici concessi da molti Comuni, quali il parcheggio gratuito o l’ingresso free in Area C a Milano. Il risparmio maggiore, però, è per l’ambiente con l’eliminazione degli inquinanti dalle città e la riduzione del 50% circa delle emissioni di CO2 nell’intero ciclo di vita.


UNA FAMIGLIA NUMEROSA

Nuova 500 Cabrio Icon costa 34.400 euro con una dotazione eusastiva. Rinunciando a poco c’è la Passion (32.900 euro) o le versioni berlina più economiche di 3.000 euro o 3+1 (-1.000 euro) con piccola porta posteriore apribile controvento che agevola l’accesso ai sedili posteriori. Chi fa pochi chilometri può optare per la Action berlina (26.150 euro) con motore da 70 kW, batterie da 23,8 kWh per autonomie di 185 km (240 in città) e velocità di 135 km/h.
Al top di gamma ci sono le LaPrima (da 35.900 euro) comprensive di Easy Wallbox per la ricarica domestica, optional per le altre versioni a 399 euro. Le batterie sono garantire per 8 anni o 160.000 km.