Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

05
Lun, Dic
Advertisement

Romagna: 700 km per le moto elettriche

Pensa Verde
Tipografia

La Terra dei Motori sposa la mobilità green. Nasce in Romagna il primo circuito dedicato interamente alla moto elettrica, per abbinare la passione per le due ruote all’energia pulita e a una mobilità ecosostenibile: un percorso di 700 chilometri sui passi più belli e adrenalinici dell’Appennino.

A sperimentarlo in sella a una motocicletta elettrica della californiana Zero Motorcycles (messa a disposizione dalla
concessionaria riminese Square 42), i giornalisti Emilio Salvatori e , che hanno promosso il lancio di Romagna Electric Motorcycle, declinazione verde di Romagna Motorcycle, il progetto che, promosso da Visit Romagna in partnership con Ducati, Misano World Circuit Marco Simoncelli, Motor Valley, Rider’s Land, ha l’obiettivo di promuovere il mototurismo in regione.
Da Rimini alla Valmarecchia, toccando Carpegna, Sestino, superando il Passo di Viamaggio fino a Bagno di Romagna. Poi, dopo quello dei Mandrioli, i passi più epici che tutti i motociclisti tosco – romagnoli hanno nel cuore, Fangacci, della Calla fino al mitico Muraglione, si prosegue per Tredozio e Modigliana e si scende fino a Brisighella. La magia del Parco dei Gessi per arrivare sul corso del Santerno e seguirlo fino a Castel del Rio per poi raggiungere Marradi, San Benedetto in Alpe e Corniolo.
Poco distante l’oro blu della diga di Ridracoli e Santa Sofia per arrivare, superato il Passo del Carnaio, a Sarsina, Perticara, Sogliano sul Rubicone e Santarcangelo, per chiudere nuovamente a Rimini l’avventura realizzando un anello lungo 700 km, percorso in 4 giorni, con 8 rifornimenti.
Il tutto in sella a una moto a impatto zero, che ha permesso ai motorider romagnoli di viaggiare tra i luoghi più belli della Terra dei Motori, per tracciare itinerari, far emergere le criticità e godere delle potenzialità che questo nuovo modo di viaggiare offre nel rispetto dell’ambiente, magari all’interno di luoghi magnifici quanto delicati come le foreste millenarie casentinesi.
Un progetto che accanto ai primi cinque itinerari già a disposizione degli appassionati, con testi, foto, video, file gpx, sulle pagine di visitromagna.it/motorcycle, alla fine dell’estate vede raddoppiare le proposte di viaggio partendo dalle spiagge della Riviera per salire, seguendo fiumi, attraversando boschi e paesaggi di immensa dolcezza, verso i passi appenninici, curve e tornanti cult per i motociclisti italiani e stranieri che amano viaggiare in cerca della bellezza.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS