Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

16
Lun, Set
Advertisement

L’Osservatorio Findomestic, in collaborazione con l’istituto di ricerca Doxa, ha fotografato le intenzioni di acquisto degli italiani in tema di automobili.

Regione Lombardia e Kuwait Petroleum Italia SpA hanno firmato un accordo per lo sviluppo della rete distributiva di carburanti a sostegno della mobilità sostenibile e per la riduzione dell’inquinamento atmosferico.

Da giovedì 16 novembre gli ecoincentivi ICBI per trasformare a metano e GPL gli autoveicoli cambiano, come stabilito dal decreto direttoriale n. 509 dell’8 novembre del Ministero dell’Ambiente, Direzione generale per il clima e l’energia, Divisione II. Viene infatti data la possibilità di convertire a gas usufruendo dell’incentivo statale anche gli automezzi privati Euro 4 alimentati a benzina, mentre vengono esclusi gli Euro 2.

Gas naturale liquefatto (GNL): già 11 impianti di distribuzione, a Piacenza, Novi Ligure (Al), Castel San Pietro Terme (Bo), Corridonia (Mc), Gera Lario (Co), Pontedera (Pi), Villa Falletto (Cn), Padova Interporto, Rimini e Noceto (Pr) più quello di San Matteo di Modena, ultima apertura segnalata.

Grazie anche al prezzo molto conveniente – costa il 50% in meno rispetto a benzina e diesel – i veicoli alimentati a GPL in India continuano a crescere.

Barilla ha acquisito 3 Iveco Stralis NP 400 Cv alimentati a gas naturale liquefatto (Gnl, in inglese Lng, liquefied natural gas) che abbattono del 70% le emissioni di ossido di azoto (NOx), del 99% quelle di particolato (PM) rispetto ai motori Euro 6 e di riducono del 15% le emissioni CO2.

Altri articoli...